Calcio, nessuna modifica sui protocolli anti-Covid: la delusione di Gravina

0

Le misure di sicurezza anti-Covid non cambiano nel mondo del calcio, lo ha sancito il Cts disattendendo le richieste del presidente della Figc, Grabriele Gravina: stadi chiusi e tampone ogni quattro giorni.

Gabriele Gravina

Gabriele Gravina lamenta anche il fatto che oggi in tutte le serie sportive si gioca troppo spesso, così pensa ai play off. Ma è sopratutto la necessità dei giocatori di sottoporsi a tampone per il Coronavirus ogni quattro giorni rende quasi impossibile sostenere le partite.

Il Comitato Tecnico Scientifico non ha recepito le indicazioni del presidente Figc. I team dovranno proseguire a fare i tamponi ai giocatori così come fanno oggi. Infine, il danno maggiore: gli stadi continueranno a essere chiusi al pubblico.

Eppure, Gravina sostiene di averne perlato col presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ma che questi abbia dato la precedenza alla riapertura delle scuole. Soltanto una volta che questo processo sarà concluso in modo favorevole, ci sarà la possibilità di riaprire le arene calcistiche.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > > > Serie A, stadi chiusi: spunta l’ipotesi voucher per gli abbonati

Play off, stadi chiusi e tampone: le ipotesi

Sui Play off in Serie A, Gravina si auspica di trovare la quadra con le altre sigle del calcio agonistico. La necessità è data dalla grande quantità di coppe e serie da disputare ogni settimana per ogni singolo team. Alla fine del consiglio federale della Figc, il presidente rende noto di voler riformulare le modalità di gioco nella principale serie italiana.

Ogni rinvio di una partita rischia di far collassare il sistema, per questo Gravina vuole introdurre un secondo tempo per la Serie A e l’idea è stata discussa con Gianni Infantino, leader della FIFA. Una vera e propria riforma di tutto il settore del calcio agonistico è quella che si pone di raggiungere il presidente della Figc.

Il Consiglio federale ha introdotto con una votazione unanime la possibilità anche per la Lega Pro di utilizzare 5 sostituzioni ogni match tra il 2020 e il 2021. La decisione si applicherà anche alla Lega di Serie B, probabilmente nella prossima assemblea del 17 settembre verrà formalizzata anche questa norma.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui