Florida, ameba gli mangia il cervello: muore un ragazzo di 13 anni

Un ragazzo di 13 anni, in Florida, è morto dopo che un ameba gli ha mangiato il cervello: il parassita è entrato dal naso mentre faceva un bagno nel lago

Florida, ambea gli mangia il cervello
Florida, ambea gli mangia il cervello

Un ragazzo di 13 anni, Tanner Lake Wall, è morto ad agosto dopo un’aggressione da parte di un ameba che gli ha mangiato il cervello. I genitori, però, lo hanno reso noto solamente ora per lanciare l’allarme al fine di evitare che ad altre persone tocchi la stessa sorte.

Il parassita è il Naegleria Fowleri ed è entrato nel naso del giovane mentre quest’ultimo faceva il bagno nel lago. A quel punto sono iniziati una serie di malanni come mal di testa, nausea e vomito che hanno spinto i genitori a ricoverarlo.

LEGGI ANCHE—> Ritorno a scuola, ma non in tutte le regioni: com’è la situazione

Ameba gli mangia il cervello, i genitori costretti a staccargli la spina

I medici inizialmente avevano pensato ad una semplice influenza ma i sintomi peggioravano sempre più. I genitori hanno, quindi, chiesto una nuova diagnosi all’ospedale di Gainsville che ha dato il tragico referto “meningoencefalite amebica primaria”, per cui non esiste al momento una cura.

Il bambino è rimasto attacco al respiratore fin quando non è arrivata la decisione di staccare la spina per mettere fine alle sue sofferenze. Il padre ha deciso di dar via ad una battaglia di sensibilizzazione della società sulla questione per permettere a tutti di salvaguardarsi. Il raro parassita vive nelle acque della Florida tra luglio e settembre.

Tanner Wall’s parents said he was on a family vacation at a Florida campground with a water park and lake days before he got sick. https://t.co/14RZ2lMDtC

— News 6 WKMG (@news6wkmg) September 9, 2020

LEGGI ANCHE—> Covid-19, Berlusconi dimesso: “La prova più dura della mia vita”