Lady Diana, la rivelazione choc: “Queste le sue ultime parole”

A distanza di 23 anni dalla scomparsa di Lady Diana, una rivelazione choc. Il poliziotto che prestò per primo soccorso ha rivelato le ultime parole della donna. 

Lady Diana
Lady Diana

Sono passati 23 anni dal tragico incidente automobilistico in cui perse la vita Lady Diana. Un lutto che colpì la famiglia reale, ma non solo. La donna era il simbolo del popolo inglese, i sudditi la adoravano e la sua scomparsa stravolse anche le loro vite.

Nel 23esimo anniversario dalla sua scomparsa emergono ulteriori dettagli su quella notte, su quell’incidente. Non si seppero mai importanti particolari sull’accaduto, ma oggi particolari racconti potrebbero rendere il caso meno “giallo”. Un testimone oculare dopo più di venti anni ha deciso di raccontare cosa accadde quella notte.

Potrebbe interessarti anche: Covid, Fauci assicura: “Vaccino? Potrebbe arrivare prima del previsto”

Lady Diana, la rivelazione choc: “Queste le sue ultime parole”

Lady Diana
Lady Diana

A distanza di più di venti anni dall’accaduto arrivano nuovi dettagli su quell’incidente. A raccontare cosa successe dopo il violento impatto che coinvolse l’auto dove Diana Spencer si trovava con il fidanzato Dodi Al-Fayed, è stato uno dei primi soccorritori. Il poliziotto Régis Farcy.

Il gendarme, in occasione del 23esimo anniversario dalla scomparsa di Lady Diana ha rilasciato un’intervista al quotidiano francese Sud-Ouest.

Farcy ha raccontato con minuzia cosa vide quella notte. Lui, che fu il primo ad arrivare sul luogo dell’incidente, afferma che “la scena era apocalittica. Le luci al neon della strada sotterranea davano un colore pallido”.

La macchina era accartocciata ed il gendarme afferma di aver visto oltre al “grosso motore fracassato sul davanti, due corpi che giacevano a terra senza vita”. I corpi erano quelli di Dodi Al-Fayed e Henri Paul, l’autista.

Dopo Fracy afferma di aver “visto la testa di un passeggero anteriore destro privo di sensi, con un occhio che sporgeva dall’orbita era la guardia del corpo (Trevor Rees Jones, ndr)”. Mentre dietro c’era una squadra che stava fornendo assistenza a una giovane donna. Era seduta sul sedile posteriore del veicolo danneggiato.

Quella giovane donna seduta sui sedili posteriori e priva di sensi, ma ancora in vita, era Lady Diana. Il poliziotto ha ricordato con dovizia di particolari di non aver riconosciuto immediatamente la principessa.

“Aveva gli occhi aperti ed era cosciente”, ha ricordato affranto Régis Farcy il quale prosegue ricordando che mentre un “pompiere le teneva la mano per confortarla lei gli chiese: “Oh mio Dio, cosa è successo?”. Dopo questa domanda Lady Diana fu colpita da un arresto cardiaco“.

Potrebbe interessarti anche: Gran Bretagna, Boris Johnson a Starmer: “Avete minato fiducia studenti”