Tamponi Coronavirus, l’allarme di Crisanti: “Non bastano”

Tamponi Coronavirus, il virologo Crisanti lancia l’allarme. Secondo lui il numero attuale di tamponi effettuati in Italia non è assolutamente sufficiente

coronavirus roma tamponi automobile
Tamponi Coronavirus, allafrme suik numeri (Foto Twitter)

Quasi centomila tamponi effettuati nelle ultime 24 ore e 1.444 casi di positività al Covid-19 accertata. Numeri importanti ma che secondo gli esperti non sono ancora sufficienti per garantire il ritorno alla normalità. Perchè in vista ci sono scadenze importanti, come la riapertura delle scuole tra due settimane e c’è bisogno di certezze.

Lo sottolinea una volta di più il professor Andrea Crisanti, noto virologo che ha Padova ha creato un modello ammirato ed efficace. Secodo lui, intervistato da Open Online, l’Italia deve decisamente salire di colpi e orgamnizzarsi per effettuare almeno 300mila, meglio 400mila tamponi al giorno. Solo così potremo essere sicuri di riaprire attività assenziali come le scuole.

Il nemico numero uno in questo momento sono gli asintomatici che potrebbero far aumentare i casi. Quindi meglio prevenire aumentando i controlli. “Molti infetti popoleranno le classi – spiega Crisanti – ma, in mezzo a loro, ci saranno anche quelli con l’influenza. Come fare a distinguerli? Serviranno i tamponi”. Ma come spiegare il fatto che in Francia e Spagna è di nuovo boom di contagi mentre in Italia ancora no? Nel nostro Paese, secodo Crisanti, il governo ha lavorato bene elimina ndo solo poco alla volta le restrizioni. Con la ripresa delle scuole perà rischiamo una nuova escalation.

covid Crisanti
Andrea Crisanti (photo screenshot da Youtube)

Un paio di giorni fa, lo stesso Crisanti a La7 aveva detto che zserviva la misurazione della temperatura a scuola abbassando la soglia da 37,5 a 37.1. E poi ancora utilizzo della mascherina, vaccino anti-influenzale ed evitare che i ragazzi provenienti dai focolai frequentino la scuola.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>  Coronavirus, Sileri: “Ho proposto tamponi obbligatori in aeroporto”

Veneto, tutti negativi (per ora) i tamponi dopo la festa all’aperto di Cortina

Intanto oggi è arrivata una rispoista importante perevitare un nuovo focolaio. Sono infatti  tutti negativi i tamponi effettuati dai protagonisti del recente ‘Summer party’ di Cortina. Un controllo di massa effettuati dopm la scoperta che aveva partecipato un 26enne di Roma inconsapevole di essere infetto dal Covid-19.

Lui è stato ricoverato per una polmonite all’ospedale di Belluno, ma non è grave. Invece le circa 500 persone che dopo l’invito del sindaco di Cortina, Gianpietro Ghedina, erano state sittoposte al tampone (non obbligatorio) hanno avuto la risposta.

Hotel Cortina D'Ampezzo
Cortina D’Ampezzo, allarme cessato (Getty Images)

In realtà alla fine sono stati effettuati 285 tamponi, anche ad alcuni Vip come Alessandro Benetton e al conduttore tv Massimiliano Ossini, tutti negativi. Ma questo non signiofica abbassare la guardia.