Modica, morto bambino di 21 mesi: l’indiscrezione sulla madre

0
2

Nuova indiscrezione sul caso di Modica. Il bambino di soli 21 mesi morto per mano della madre e del suo compagno. 

carabinieri e guardia di finanza
carabinieri e guardia di finanza (iltirreno.it)

A Modica, lunedì 17 agosto, un bambino di soli 21 mesi è morto con dei strani lividi riportati sul volto, sul collo e al torace. Quando il piccolo è arrivato al pronto soccorso di Modica il suo cuore aveva già smesso di battere. Sul suo corpo i segni delle violente percosse subite dal nuovo fidanzato della madre, che lo ha massacrato di botte fino a spezzargli il fiato.

Il piccolo Evan era stato affidato alla madre dopo la separazione dei genitori. Suo padre si era trasferito a Genova per lavoro mentre da qualche mese la madre aveva iniziato una convivenza insieme al figlio e il suo nuovo compagno.

La relazione tra i due conviventi, secondo le ricostruzioni, non sarebbe mai stata pacifica. I due litigavano con una certa frequenza e, secondo le ultime indiscrezioni la madre era già indagata per maltrattamenti.

Potrebbe interessarti anche: USA, nuovo caso Floyd: proteste e violenza nel Wisconsin

Modica, morto bambino di 21 mesi: l’indiscrezione sulla madre

Carabinieri marijuana
Carabinieri (Foto: Getty)

Secondo le ultime indagini fatte dalla Procura di Siracusa, la mamma del piccolo Evan era già indagata per maltrattamenti.

Già in passato era stato aperto un fascicolo su Letizia Spatola dopo che il bimbo, a inizio luglio, era finito al pronto soccorso di Noto con una frattura alla clavicola sinistra.

In quel momento i medici hanno notato qualcosa di strano ed hanno immediatamente inviato il referto ai carabinieri di Rosolini che hanno avviato un’indagine sulla donna.

Nonostante l’inchiesta aperta, il piccolo Evan ha perso la vita. Letizia Spatola è stata arrestata insieme al nuovo compagno Salvatore Blanco con l’accusa di omicidio volontario e maltrattamenti.

Secondo gli investigatori l’uomo avrebbe picchiato il bambino fino a causarne il decesso in data 17 agosto. La madre ha assistito alla scena senza opporre alcun tipo di resistenza. Da qui la complicità. Inoltre gli agenti hanno individuato delle tracce di sangue sul cuscino della culla. La prova delle percosse subite dal piccolo Evan.

Potrebbe interessarti anche: Genova, maxi truffa a parroco: è caccia ai finti bisognosi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui