CONDIVIDI

Sorelle uccidono il padre, un uomo anziano che abusava di loro e le picchiava continuamente. La giustizia, però, vuole punirle con 20 anni di carcere. 

Sorelle uccidono padre (via Twitter)

Sorelle uccidono il padre dopo anni ed anni di soprusi e di violenze. Il fatto è avvenuto in Russia, precisamente nella periferia di Mosca. Era il 27 luglio 2018 e nella città russa era arrivata l’estate, anche se le temperature come al solito non confermavano questo fatto. Il 50enne Mikhail Khachaturjan aveva decido di punire per l’ennesima volta le sue figlie in modo violento. Così, nel pomeriggio, le ha radunate in una stanza e le colpite con dello spray urticante per tutto il corpo. Mentre le ragazze, di 19, 18 e 17 anni, di dibattevano in preda al dolore, l’uomo le ha picchiate con forza e prepotenza, come usava fare di solito. Quel pomeriggio, però, le tre sorelle ne hanno avuto abbastanza ed hanno agito con forza e determinazione, pugnalando il loro genitore.

Paste the following code before the "" or "" tag

LEGGI ANCHE —> Open Arms, Salvini: “200 avvocati pronti a difendermi”

Sorelle uccidono il padre orco, ora rischiano 20 anni di carcere

Da allora è iniziato per loro un lungo percorso tra aule di tribunali e assistenti sociali. Malgrado quanto è stato scoperto sulla loro storia, la legge russa non farà un passo indietro e perseguiterà le tre ragazzine. Krestina e Angelina saranno processate insieme dato che all’epoca erano entrambe maggiorenni. Maria, che invece era la 17enne, sarà processata a parte ed è considerata essere inferma mentalmente durante la dinamica dell’accaduto. In molte parti della Russia le persone si sono riunite per protestare contro questo processo a carico delle tre ragazze. Per molti, infatti, non hanno fatto altro che proteggere se stesse da un essere malvagio e violento, che abusava di loro ogni giorno. Nei prossimi giorni ne sapremo di più.

LEGGI ANCHE —> Caldo killer, due operai morti mentre lavoravano in cantiere