Autostrade, sciopero dal 9 al 10 agosto: l’annuncio dei sindacati

Il 9 e il 10 agosto ci sarà uno sciopero nazionale delle autostrade. Ad annunciarlo i sindacati Filt Cgil, Uiltrasporti, Ugl Viabilità e Sla Cisal

autostrade sciopero
Autostrade, annunciato lo sciopero dal 9 al 10 agosto (Getty Images)

È arrivata l’ufficialità: dal 9 al 10 agosto, è stato indetto uno sciopero nazionale delle autostrade. Una decisione annunciata dai sindacati Filt Cgil, Uiltrasporti, Ugl Viabilità e Sla Cisal. Si tratterà di uno sciopero di 4 ore – riporta l’Ansa – e riguarderà i caselli il 9 agosto, mentre il giorno seguente sarà il personale amministrativo e commerciale a scioperare.

Secondo quanto spiegato dai vari sindacati, alla base dello sciopero indetto ci sarebbe l’uso eccessivo della cassa integrazione e varie modifiche a turni lavorativi rispetto a quanto segnato sul contratto. La situazione, poi, è andata a peggiorare dopo lo scoppio dell’emergenza Coronavirus, che ha portato a occupazioni incerte, redditi più bassi e difficoltà per quanto riguarda la situazione Aspi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Andare a lavorare in bici: l’azienda ti rimborsa i km in denaro

Sciopero autostrade, i sindacati affermano: “Ci sono troppe incognite”

autostrade sciopero
Vari sindacati hanno comunicato la decisione questa mattina (Getty Images)

Come annunciato dai sindacati, dal 9 al 10 agosto ci sarà uno sciopero delle autostrade, che riguarderà casellanti e personale amministrativo e commerciale. Questa mattina, durante una videoconferenza, alcuni rappresentanti della Filt Cgil, dell’Uiltrasporti, dell’Ugl Viabilità e della Sla Cisal hanno comunicato la decisione presa. “Ci sono troppe incognite al momento, soprattutto dopo gli accordi tra governo e Aspi” spiega Cristina Settimelli: “Non abbiamo la possibilità di interloquire con l’esecutivo“.

Si tratta comunque di uno scenario migliore rispetto alla revoca di cui si parlava” continua una rappresentante della Filt Cgil: “Ma non posso essere tranquilla, troppe le cose da chiarire“. Ha poi preso la parola Roberto Moroni della Sla Cisal, commentando la situazione relativa alla forza lavoro.C’è stato un aumento del traffico e anche le tariffe stanno salendo” ha spiegato Moroni, aggiungendo: “Però c’è un problema riguardante la forza lavoro: è diminuita del 40%“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Portogruaro, fermato il presunto colpevole dell’omicidio di una 59enne