Stromboli, esplosione dal vulcano: paura per i cittadini

0
42

Paura a Stromboli, dove l’esplosione proveniente da un vulcano ha svegliato l’intera popolazione. Il boato ha svegliato l’isola alle cinque del mattino.

Stromboli esplosione
Il vulcano di Stromboli poco dopo l’esplosione (via Getty Images)

Si svegliano nella paura i cittadini dell’isola di Stromboli, in Sicilia, dopo un boato proveniente da un’esplosione del vulcano. Il tutto è accaduto poco dopo le cinque del mattino, quando tutti gli abitanti dell’isola hanno udito un boato fortissimo. La paura è stata tanto, proprio perchè si pensava ad un’eruzione del vulcano, visti i rivoli di fuoco sulla fiancata.

Inoltre i rivoli di fuoco non sono l’unico elemento ad aver impaurito i cittadini. Infatti, sempre dal vulcano, si è alzata un’altissima colonna di fumo nero in cielo, visibile da tutte le Isole Eolie. Boati e tremori hanno fatto svegliare i cittadini nel panico più totale, con in molti che hanno creduto all’eruzione dell’attivo vulcano isolano. Andiamo quindi a vedere se ci sono stati danni in seguito al boato che ha svegliato i cittadini siculi.

Stromboli, esplosione dal vulcano sveglia l’Isola: i danni

Stromboli esplosione
Panorama di Stromboli poco dopo l’eruzione (via Getty Images)

Fortunatamente, dopo la tanta paura che ha svegliato i cittadini siculi, non è stato riportato nessun danno in seguito all’esplosione. Il vulcano, da sempre attivo, è monitorato 24 ore su 24 dall’Istituto Nazionale di Vunalcanologia (INGV) e dalla Protezione Civile.

Il monitoraggio è costante dal luglio 2019, quando l’escursionista Massimo Imbresi, 35 anni originario di Messina, perse la vita con un amico mentre stava salendo sul vulcano dal versante di Ginostra. Durante quel maledetto 3 luglio 2019, in seguito all’esplosione del vulcano ci fu un trabocco di lava, con il magma che arrivò a pochi metri dal centro abitato.

Dopo quell’esplosione, se ne verificò un’altra a poco più di un mese di distanza, il 28 agosto, con la lava che si fermò nuovamente a pochi metri dal centro abitato. Da quella tragica scomparsa, il vulcano è monitorato costantemente per evitare tragedie del genere ed inoltre da quel giorno è possibile salire solamente 300 metri del versante e non oltre, e solo con l’aiuto di alcune guide.

L.P.

Per altre notizie di Cronaca, CLICCA QUI !

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui