Covid, Zangrillo: “Allarmismo sulla seconda ondata è da irresponsabili”

Secondo Alberto Zangrillo, primario del San Raffaele di Milano, l’allarmismo su una nuova ondata di contagi da Covid è un atteggiamento da irresponsabili

Aifa sperimentazione Covid-19
Aifa, la sperimentazione contro il Covid-19 continua (Getty Images)

La possibilità di una nuova ondata di contagi da Covid sta generando in questi giorni un allarmismo che a detta del dottor Alberto Zangrillo sarebbe addirittura da irresponsabili. Il primario del San Raffaele di Milano sostiene che il numero di contagi da Covid che porta ad un ricovero si è notevolmente abbassato a dimostrazione di una bassa viralità dei casi. Secondo Zangrillo non ci sarà nei prossimi mesi un’ondata di contagi da coronavirus così come l’abbiamo vissuta. Il punto secondo Zangrillo è che a differenza dell’epidemia di inizio anno questa volta la comunità scientifica saprà sicuramente affrontare meglio il virus. Quindi nessuna particolare preoccupazione anche perché “è ovvio che in autunno inoltrato possa verificarsi un risveglio del Covid – ha sostenuto il primario – ma ciò avviene per tutti i virus respiratori“.

LEGGI ANCHE -> Coronavirus spiagge, l’Italia dimentica le regole in vacanza

La paura per una seconda ondata di Covid nei nuovi focolai

coronavirus ebola
I motivi sono diversi: dal contagio ai sintomi (Getty Images)

La paura per una seconda ondata di influenza da Covid sta nascendo in questi giorni anche a causa dei focolai che si sono riaccesi in diverse parti dell’Italia. Un fenomeno che per Zangrillo era del tutto previsto e che non mina le sue sicurezze in quanto il virus in Italia non è certamente né scomparso né è cambiato. Secondo il professore l’unica cosa ad essere cambiata è la carica virale dei positivi che consentono al virus di diffondersi non seguendo le regole basilari come distanziamento sociale e mascherina di protezione. “Dire che in Italia si tornerà ad una situazione di emergenza com’è attualmente il mattatoio in Germania – ha concluso il primario del San Raffaelecosì come ha detto il professor Cristasanti è totalmente da irresponsabili“.

LEGGI ANCHE -> Coronavirus, Ricciardi: Bisogna chiudere le frontiere verso questi Paesi