Scuola, l’appello di Conte: “In classe in sicurezza, ma serve ancora tempo”

Il Premier Giuseppe Conte ha parlato delle misure del governo sulla scuola e sul rientro nelle classi a settembre. Le parole sulla ministra Azzolina

scuola conte
Giuseppe Conte (Getty Images)

Oltre ai rimedi per risanare l’economia dell’Italia, messa a dura prova dal Coronavirus, in questi giorni un tema molto importante sul tavolo della discussione del governo è la scuola. Si sta lavorando per mettere a punto un programma dettagliato per far tornare tra i banchi gli studenti nella massima sicurezza, ma ci sono state molte polemiche sulle proposte e sui ritardi. Giusppe Conte, intercettato dai microfoni Alanews e del Tg1 a pochi metri da Palazzo Chigi, ha parlato di questo tema scottante. “La scuola è un pilastro del nostro sistema sociale, rappresenta il nostro futuro. Intorno c’è molta attenzione e anche preoccupazione, proprio per questo dovete darci ancora un po’ di tempo ancora“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Conte sfida la maggioranza: “Sull’Iva non cedo, taglio per i consumi”

Scuola, Conte chiede pazienza e parla del decreto semplificazioni

scuola conte
Il premier pronto a tagliare l’Iva sui consumi (Getty Images)

“Stiamo lavorando tutti i giorni per consentire ai nostri ragazzi di tornare a scuola a settembre in tutta sicurezza – ha proseguito il Presidente del Consiglio – la ministra Azzolina ha incontrato i sindacati e gli enti locali, serve del tempo”. Per le scuole sicure serve anche una semplificazione delle procedure per quanto riguarda la ristrutturazione degli istituti: “Ci sono soldi mai usati sull’edilizia scolastica, serve un miracolo. Abbiamo dato ai sindaci e ai presidenti di Provincia il ruolo di commissari straordinari, ci sono in tutto 600 milioni di euro a disposizione“. Sul decreto semplificazioni: “Stiamo arrivando alla versione definitiva, sono molto deciso su questo. La maggioranza deve essere unita per la ripartenza“.

LEGGI ANCHE >>> Concorso scuola 2020: come fare domanda e quanti posti ci sono