5G, anche i Comuni si schierano contro l’installazione

5G, ora anche i Comuni si schierano contro l’installazione. Lo si apprende direttamente dal portale dell’Alleanza italiana contro la tecnologia. Ecco cosa sta succedendo. 

5g coronavirus
Cos’è la nuova connessione a internet 5G? (Pixabay)

I Comuni italiani si oppongono all’installazione del 5G. Non solo i complottisti, ora anche gli stessi enti amministrativi fronteggiano la nuova tecnologia in arrivo sul nostro territorio nazionale.

La svizzera blocca il 5g
La teoria complottista sul 5G e sul Coronavirus (Pixabay)

5G, oltre 500 Comuni dicono no all’installazione

Secondo quanto si evince dal sito dell’Alleanza italiana per lo stop al 5G, si segnalano infatti oltre 500 comuni che hanno già adottato provvedimenti contro il montaggio o hanno lasciato perplessità o segnalazioni a tal proposito.

Il progetto appartiene a Vittorio Colao, capo della task-force istituita dal Premier Giuseppe Conte, e rientra tra le varie attività di rilancio del Paese dopo la crisi sanitaria. Il piano prevedeva di “adeguare i livelli di emissione elettromagnetica in Italia ai valori europei per accelerare lo sviluppo delle reti”. 

Potrebbe interessarti anche —–> Istat, il dato sulla povertà assoluta: il Coronavirus inverte il trend

Ma poi è subentrato questo, ennesimo, intoppo. Il motivo? La possibile invasività dello strumento, il qualche potrebbe essere pericoloso per la salute dei cittadini. Subentra dunque la richiesta di una precauzione, di garanzie da offrire a tutti prima di procedere. La comunità scientifica, nel frattempo, ritiene il 5 G “necessario e urgente”. Ritenendo “irrazionali e antiscientifiche” tutte queste prese di posizioni.