CONDIVIDI

Fase 3, in Campania scompaiono tutte le linitazioni per i traghetti che collegavano Napoli con gli altri porti del Golfo. De Luca cambia idea

Traghetto omaggio medici e infermieri
Traghetti liberi in Campania (Getty Images)

Fase 3, in Campania finalmente torna libera anche la circolazione via mare. Se fino a oggi c’era l’obbligo di imbarco esclusivamente dai moli di Napoli Porta di Massa e Pozzuoli per le isole del Golfo, ora non sarà più così. I passeggeri potranno partire da più porti e scompare anche la prenotazione obbligatoria entro 24 ore prima.

Il governatore Vincenzo De Luca ha previsto tutto con l’ordinanza numero 55, firmata oggi. Come recita il testo “sono revocate le seguenti misure, disposte con l’Ordinanza n. 54 del 2 giugno 2020”. Una era l’obbligo di imbarcarsi unicamente con traghetti di linea e dalle sole stazioni di Napoli Porto di Massa e Pozzuoli e l’obbligo della prenotazione online almeno 24 ore prima della partenza. L’altra, per gli spostamenti infraregionali, implicava l’obbligo per i viaggiatori di imbarcarsi in porti prestabiliti. Quelli di Napoli Porto di Massa, Napoli Beverello, Pozzuoli, Castellamare di Stabia e Sorrento. In più c’era anche l’obbligo di presentarsi all’imbarco almeno un’ora prima della partenza, per permettere i controlli.

Traghetto Sardegna
Il governatore De Luca ha sbloccato in traghetti (Getty Images)

Una decisione presa considerando i contagi zero registrati ieri in Campania dopo tutti tamponi analizzati. Per questi l’Unità di Crisi “ha espresso parere favorevole in ordine ad una diversa organizzazione dei controlli agli imbarchi alle isole”. Questo per unire le misure di prevenzione, che non saranno abbassate, con  la necessità di accelerare le operazioni di partenza e arrivo di traghetti e aliscafi. Tanto più che da qui alle prossime settimane Napoli e la Campania tornerano a ricevere anche i turisti. La nota potitiva è che le struttire sanitarie nelle  isole del Golfo di Napoli non presentano criticità o elementi di preoccupazione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Tirrenia, biglietti omaggio per medici e infermieri: l’iniziativa

Traghetti, via libera per la Sardegna MSC invece blocca ancora le crociere

Sempre da oggi, 5 giugno, sono liberi anche tutti i collegamenti nazionali via aria e via mare per la Sardegna. Un provvedimento previsto un un  decreto adottatodalla ministra dei Trasporti, Paola De Micheli. In precedenza lo stesso ministero aveva diviso in due la ripartenza: dal 13 giugno le tratte nazionali e dal 25 quelle internazionali.

D’accordo anche il presidente della Regione Sardegna Christian Solinas, come ha spiegato all’Ansa: “Abbiamo concordato di riaprire tutto il traffico nazionale, siamo stati noi a chiederlo. Dal 5 giugno 2020 sono assicurati i servizi di collegamento marittimo da e per la Sardegna, nonché i servizi di trasporto aereo anche non in continuità sulle tratte dalla Sardegna verso gli aeroporti nazionali e viceversa.

Coronavirus su una nave da crociera
MSC, crociere bloccate fino a luglio (Getty Images)

Non cambia idea invece MSC Crociere. Nelle ultime ore la compagnia italiana ha annunciato che prolungherà al 31 luglio 2020 la sospensione temporanea delle crociere. Tutto questo aspettando che la pandemia nel mondo sia risolta e quindi che le restrizioni di viaggio ancora in vigore in molte aree cessino. I passeggeri che hanno vosto annullare il loro viaggio potranno trasferire l’intero importo pagato su una futura crocier sino alla fine del 2021.