Trump si scaglia contro i social network: “Li chiuderemo!”

Continua la lotta tra il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump e Twitter

guerra fredda
(photo Gettyimges)

Uno scontro inedito quello tra il presidente americano, Donald Trump, ed il social network, Twitter. Infatti il tycoon è riuscito anche ad inveire contro la piattaforma social su cui conta ben 80 milioni di follower, ed usata come strumento principale di propaganda.

Ma a scatenare l’ira del presidente ci ha pensato un intervento insolito del social media di San Francisco, che per la prima volta ha smentito le parole del leader americano, o meglio ha corretto il tweet del presidente. Infatti in due tweet, Trump evocava il rischio di frode elettorale dopo che il governatore di San Francisco, insieme ad altri esponenti dei democratici, stanno valutando la possibilita’ del voto per posta a causa del coronavirus.

La compagnia di social network, però ha prontamente corretto il tycoon. Infatti Twitter ha segnalato i due post del presidente con l’avviso di ‘verificare i fatti‘. Successivamente, sempre il social network ha segnalato che le parole del presidente sono prive di fondamento e non trovano riscontro su nessuno dei siti o notiziari del paese.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > > > Conte sul Recovery Fund: “Ottimo segnale da Bruxelles, ora si accelera”

Trump minaccia: “Chiudo i social”

Coronavirus Usa
(via Getty Images)

Proprio tramite il profilo Twitter ufficiale di Donald Trump, il presidente degli Stati Uniti scrive: “I repubblicani sentono che le piattaforme dei social network mettono completamente a tacere le voci dei conservatori. Faremo dei regolamenti oppure li chiuderemo perché non possiamo permettere che questo accada. Abbiamo visto cosa hanno cercato di fare, e non gli è riuscito nel 2016. Non possiamo permettere che ciò accada di nuovo, in maniera più sofisticata. Proprio come non possiamo permettere che elezioni via posta diventino un metodo radicato nel Paese”.