Gli strani casi di ‘Covid-like’: grave polmonite con tampone negativo

In Italia si stanno segnalando sempre più casi di quello che viene definito ‘Covid-like’: pazienti con grave polmonite interstiziale ma tampone negativo

covid like polmonite
Malati di Covid-19 (Foto: Getty)

Mentre l’Italia sta uscendo lentamente dalla fase più acuta dell’emergenza Coronavirus, sono stati segnalati sempre più casi di una patologia riconducibile simile a quella provocata dal virus cinese. Il fenomeno viene chiamato ‘Covid-like‘ e si tratta di gravi polmoniti interstiziali analoghe al Covid-19, ma con i pazienti che risultato negativi al tampone. A rivelare questo nuovo trend epidemiologico è Mario Balzanelli, presidente del Sis 118, che ad ‘Adnkronos‘ ha descritto tale patologia nel dettaglio. Secondo il medico, contemporaneamente al calo dei contagi del virus, si contrappone un aumento di questi misteriosi casi. Pazienti negativi al tampone e con sintomi poco sviluppati, solamente dopo la Tac o dal lavaggio bronco-alveolare si accorgono di avere una polmonite simile a quella del Covid.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid-19, massimo esperto della Cina: “Rischio nuova ondata, non c’è l’immunità”

‘Covid-like’ la nuova sindrome virale: polmonite interstiziale con tampone negativo

covid like polmonite
Polmonite interstiziale con tampone negativo: ecco la sindrome da Covid-Like (Getty Images)

Per Balzanelli, il virus potrebbe “essere sceso“, nel senso che non è più rilevabile con il tampone naso-faringeo nelle alte vie aeree, ma da ricercare più in profondità. Il presidente della Sis 118 cita alcuni casi, che si sono verificati a Taranto, di pazienti con febbre bassa (intorno ai 37,5°) e altri sintomi non gravi, i cui test hanno scongiurato l’ipotesi Covid-19. Anche i paramatri respiratori, come saturazione dell’ossigeno, sono risultati ottimali, ma da un esame del sangue, l’emogasanalisi, è arrivata, invece, la brutta sorpresa. Da qui si sono approfondite le condizioni dei pazienti con esame radiologico del torace, che ha evidenziato polmoniti riconducibili al Coronavirus. Da queste evidenze possiamo affermare, dunque, che in Italia potrebbe esserci un elevata percentuale di “falsi negativi” tra coloro che presentano sintomi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Dottor Mucerino a iNews24: “Foglietto illustrativo obbligatorio con le mascherine”