Ministero della Salute, l’allerta: salsa di pomodoro con pezzi di vetro

Ministero della Salute, l’allerta: salsa di pomodoro con pezzi di vetro dentro. Un particolare lotto è stato ritirato dagli scaffali dei supermercati italiani

reggio calabria migranti sfruttati
Campo di pomodori (Getty Images)

In questo momento i supermercati sono i luoghi più controllati del nostro paese, vista l’emergenza coronavirus e le restrizioni del lockdown. Andare a fare la spesa è rimasta l’unica attività consentita, assieme alle comprovate motivazioni lavorative. Bisogna però fare sempre massima attenzione a quello che compriamo. Il Ministero della Salute è molto attento alla valutazione dei prodotti che vengono messi in commercio, segnalando di volta in volta sul proprio sito istituzionale i lotti della merce non sicura e dannosa per i consumatori.

L’ultimo avviso in ordine temporale risale a ieri e riguarda la salsa di pomodoro. In un particolare lotto della Salsa Pronta Pomodoro Datterino della Iper (stabilimento di produzione di Vittoria in provincia di Ragusa), potrebbe essere presenti dei frammenti di vetro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, al supermercato senza mascherina: rissa a Napoli – VIDEO

Ministero della Salute, l’allerta: salsa di pomodoro con pezzi di vetro dentro

Il Ministero della Salute ha comunicato nello specifico il lotto di produzione “incriminato”. Si tratta del numero D304/19, riportante date di scadenza rispettivamente del 31 ottobre 2022 e del 31 dicembre 2022.

Il motivo del ritiro del prodotto è la possibile presenza di pezzi di vetro, dovuti presumibilmente ad un errore di imbottigliamento nella catena di montaggio. Qualora si fosse in possesso di tale merce, fare massima attenzione ed evitare il consumo.

E’ possibile con tale informativa riportare la merce indietro al supermercato e farsi rimborsare la spesa. In questi casi non è nemmeno necessario fornire lo scontrino fiscale dell’acquisto originale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus spesa, come saltare la coda al supermercato con un’App