Navicella ‘Dragon’, è ufficiale: a maggio il primo lancio con astronauti

La navicella Dragon prepara il decollo. L’astronomia non si ferma in tempi di coronavirus. E in particolare non lo fa Elon Musk, mega imprenditore pronto a una missione spaziale che potrebbe riscrivere le abitudini attuali. 

Il coronavirus non ferma Elon Musk. Mentre il mondo si arresta stretto dalla pandemia da Covid-19, il mega imprenditore sudafricano programma invece un’importante missione spaziale che potrebbe riscrivere le abitudini finora utilizzate.

View this post on Instagram

Follow @elonrmuskk

A post shared by Elon Musk Now (@elonrmuskk) on

Navicella Dragon di Musk pronta a decollare

Il prossimo 27 maggio, infatti, ci sarà il lancio della navicella spaziale ‘Crew Dragon‘ per la missione ‘Demo 2‘. Soltanto un ritardo di 20 giorni rispetto alla data iniziale fissata per il 7, ma l’avventura spaziale ci sarà comunque rispetto a tante altre saltate o rinviate a causa appunto dell’emergenza sanitaria.

L’azienda privata ha una missione ben precisa: mandare gli astronauti Douglas Hurley e Robert Behnken alla Stazione Spaziale Internazionale. Finora, per raggiungere la stazione spaziale, si è fatto uso delle vecchie ma efficienti navicelle Sojuz russe che partono da Bajkonur. Ma se questo tentativo dovesse andare bene come assicurano i calcoli, ci sarebbe dunque un’innovazione per gli spostamenti nello spazio.

Potrebbe interessarti anche —-> Coronavirus, allarme Confesercenti: un’impresa su tre a rischio chiusura

I due astronauti daranno il cambio a Oleg Skripochka, Jessica Meir e Andrew Morgan rientrati ieri dall’ISS, componendo un team di cinque persone considerando i due già a bordo presso la stazione. La base spaziale, infatti, non si ferma nonostante quanto stia accadendo sul pianeta Terra.

E non finisce qui l’ambizione di Musk: una volta conclusa positivamente questa operazione, è già pronto a un piano ancor più ambizioso nel sistema solare. Si tratta del razzo ‘Falcon Heavy‘, una potente macchina con lo scopo di inviare sulla Luna e su Marte grossi moduli senza equipaggio, per ora…