Lutto nel mondo del giornalismo: si spegne a 48 anni Massimo Vincenzi

Scompare a solamente 58 anni il giornalista Massimo Vincenzi. Ex caporedattore de “La Repubblica”, Vincenzi era ricoverato da una settimana a Roma.

Massimo vincenzi
Si spegne Massimo Vincenzi a soli 48 anni (via Screenshot)

Si è spento a solamente 48 anni Massimo Vincenzi, nota penna del mondo del giornalismo italiano. Vincenzi da più di una settimana era ricoverato all’ospedale Santo Spirito di Roma, a causa di una forte polmonite.

Uno dei giornalisti più apprezzati nel panorama italiano, Vincenzi attualmente era il vicedirettore de “La Stampa“, uno dei principali quotidiani italiani. A dare la notizia della sua scomparsa è stata “La Repubblica“, giornale con sede a roma di cui Vincenzi era il Capo Redattore. Purtroppo massimo non è riuscito a vincere la sua battaglia contro una polmonite che ormai da tempo lo torturava.

Massimo Vincenzi ci lascia a 48 anni: il ricordo dei colleghi

Massimo Vincenzi
Il ricordo dei colleghi di Vincenzi (via Screenshot)

Chi ha lavorato per anni con lui lo definisce un vero e proprio leader naturale ed un amante del suo lavoro. Il ricordo più commovente, per ora, è quello dei colleghi di Repubblica che ancora ricordano la sedia all’angolo del settimo piano, dove con maestria decideva le notizie che dovevano andare in prima pagina.

Per i colleghi, Massimo Vincenzi aveva un vero e proprio talento ed era riconosciuto come un leader proprio grazie al suo pugno fermo in grado di capire quale notizia meritasse di andare nelle pagine di uno dei giornali italiani più importanti. In molti dicono che dopo il suo impiego da inviato a New York si era lasciato andare, forse perso tra le luci della Grande Mela, eppure al suo rientro in Italia per assumere la carica di vicedirettore de “La Stampa“, sembrava essersi ripreso.

Tra i messaggi di cordoglio ricevuti nelle ultime ore, spunta anche quello di Roberto Saviano. Il noto scrittore partenopeo ha salutato il direttore con un lungo post su Facebook, in cui afferma: “E’ stato bello conoscersi in redazione. E’ finito tutto troppo presto ed è uno schifo“.

Addio Max. È stato bello conoscersi in redazione a Repubblica. Organizzare insieme inchieste come se da quelle parole…

Pubblicato da Roberto Saviano su Giovedì 26 marzo 2020

L.P.

Per rimanere sempre aggiornato sulle notizie di Cronaca, CLICCA QUI !