CONDIVIDI

Il Coronavirus condiziona anche il mondo del calcio: Odion Ighalo, attaccante nigeriano del Manchester United, è attualmente in quarantena in Gran Bretagna. Ecco perché. 

Odion Ighalo
Odion Ighalo

L’allarme coronavirus colpisce anche il mondo del calcio. Così dopo i campionati interrotti in Cina e le tournée in Asia rinviate, Odion Ighalo del Manchester United ora è stato costretto a un periodo di quarantena.

Coronavirus, Ighalo del Manchester United finisce in quarantena

Il motivo? La provenienza proprio dal calcio cinese. Il 30enne nigeriano, con un passato anche in Italia all’Udinese, è stato infatti acquistato dallo Shanghai Shenhua. Pertanto, a scopo precauzionale, la dirigenza britannica si è vista costretta a isolare l’atleta per l’incolumità generale.

Il calciatore dunque non è partito per il ritiro invernale in Spagna, rimanendo da solo a Manchester dove ora si allena in una palestre di Taekwondo. E dovrà farlo per ben 14 giorni, ovvero gli equivalenti al tempo di incubazione del virus. Ma fortunatamente ne sono già passati 11 per lui, senza alcun segnale negativo.

Potrebbe interessarti anche —> Russia, due donne fuggono dalla quarantena per il coronavirus

Il traguardo è pertanto vicinissimo. Ma la società – come ha ribadito più volte – non ha mai avuto assolutamente dubbio sulle condizioni del calciatore, cosa tra l’altro rassicurate dalle visite mediche di rito dopo un trasferimento. Piuttosto si è trattata di semplice applicazione di protocollo. Ma l’attaccante è abile e arruolabile e potrebbe essere convocato già per il match contro il Chelsea di lunedì 17.