Moreno Longo UFFICIALE al Torino: probabile formazione e Fantacalcio

Adesso è ufficiale: è Moreno Longo il nuovo allenatore del Torino, prende il posto di Walter Mazzarri. Vediamo la probabile formazione e cosa cambia al Fantacalcio

Moreno Longo Torino
Moreno Longo (Getty Images)

Alla fine il Toro ha deciso il nuovo allenatore, che prenderà il posto di Walter Mazzarri dopo il suo esonero. Si tratta di Moreno Longo, torinese DOC e già ex calciatore granata negli anni ’90 e allenatore di Allievi e Primavera della squadra di Cairo, con la quale ha vinto uno scudetto e una supercoppa di categoria. “Il Torino Football Club comunica di aver affidato la conduzione tecnica della Prima Squadra al signor Moreno Longo”. Questo (parte del) comunicato comparso sul sito ufficiale del Torino. La presentazione del nuovo allenatore ci sarà oggi pomeriggio alle 15.30.

Longo è nato il giorno di San Valentino del 1976 ed è cresciuto a Grugliasco, stessa città natale della nuova “panchina d’oro” Gian Piero Gasperini. Che questa associazione sia per lui di buon auspicio, e in bocca al lupo!

Biografia e carriera da calciatore e allenatore

Nato e cresciuto calcisticamente nel Torino, squadra che ha “sposato” a 12 anni, Moreno Longo da calciatore era un terzino destro che giocava anche come difensore centrale. Gli esordi al Toro, poi il passaggio alla Lucchese, poi il Chievo, il Cagliari e la Serie C. Finora ha avuto decisamente più fortuna come allenatore. Ritiratosi molto presto e arrivato a 33 anni a guidare gli allievi nazionali del Torino, nel 2012 guidava già la Primavera, con la quale ha vinto e anche parecchio. Poi la Pro Vercelli, il Frosinone con l’esperienza in Serie A e ora il Toro, la squadra del suo cuore. Un momento davvero importante per lui!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Torino, l’assurdo gesto antisemita nel Giorno della Memoria

Come gioca Moreno Longo e possibili risvolti al Fantacalcio

Moreno Longo Torino fantacalcio
Moreno Longo (Getty Images)

Longo, che da allenatore è stato anche sulla panchina del Frosinone, ha vinto la concorrenza di Gianni De Biasi ed è pronto a prendere una squadra da rigenerare e da ritrovare. Col Frosinone giocava abitualmente con la difesa a 3, quindi probabilmente dal punto di vista tattico cambierebbe ben poco rispetto alla gestione Mazzarri. Possibile magari la doppia punta, con Belotti e Zaza finalmente insieme, come da tempo chiedeva la società.

PROBABILE FORMAZIONE (3-4-1-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Lyanco; De Silvestri, Meité, Rincon, Ansaldi (Aina); Verdi; Belotti, Zaza.