Trapani, donna massacrata di botte per tre giorni: fermato il marito

0
61

Trapani, donna massacrata di botte per tre giorni: fermato il marito: “Mi tradiva con tanti uomini”

Donna picchiata
Trapani, donna picchiata a morte per tre giorni: fermato il marito (Foto: Getty)

Un incredibile fatto di cronaca arriva da Trapani. Una donna di 54 anni, Rosaria Garofalo, è stata letteralmente massacrata di botte a Mazzara del Vallo per tre giorni. Il responsabile è il marito, Vincenzo Fasillo, 53 anni, immediatamente portato in commissariato in stato di fermo per omicidio, come disposto dalla procura di Marsala.

Gli agenti, intervenuti dopo che l’uomo aveva chiamato il 118 per dichiarare la morte della moglie, hanno trovato la donna priva di vita in camera da letto con il corpo completamente tumefatto. Le ricostruzioni hanno svelato che le percosse sono andate avanti per tre interminabili giorni, fino a causa il decesso della signora.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Giorgia Meloni shock: “Stalker minaccia me e mia figlia”

Trapani, donna massacrata di botte per tre giorni: fermato il marito

Donna picchiata a Trapani
Trapani, donna massacrata di botte per tre giorni: fermato il marito (Foto: Getty)

Già in passato Vincenzo Frasillo era stato denunciato per maltrattamenti nei confronti della moglie. La signora Garofalo aveva in ben due occasioni ritirato le accuse di molestie inizialmente presentate alle forze dell’ordine.

Una volta portato in procura e interrogato, il marito ha confessato: “Mi ha sempre tradito con tanti uomini. Io uscivo e loro, che erano nascosti nella campagna circostante, entravano in casa. Ma io l’ho picchiata solo per un giorno, non per tre“. La coppia ha un figlio che lavora all’estero. Rosaria Garofalo ha due fratelli e una sorella, che sono stati sentiti tutta la notte dagli agenti. La coppia, residente in una casa in affitto, da alcuni mesi percepiva il reddito di cittadinanza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Roma, adesca due 16enni fingendo provino e le stupra: una è incinta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui