CONDIVIDI

Contro il diffondersi del Coronavirus proveniente dalla Cina il Ministero della Salute sta diffondendo una circolare nelle scuole italiane

CoronaVirus scuole ministero
Possibile contaggio a Vienna in Austria (via WebSource)

Il Coronavirus che sta mettendo in ginocchio la Cina desta preoccupazione un po’ in tutto il mondo. Dopo i casi registrati in Europa, ora anche in Italia sale l’allerta per il virus polmonare e stanno arrivando i primi provvedimenti da parte delle istituzioni. La direzione generale della prevenzione sanitaria del Ministero della Salute ha inviato una circolare diretta alle scuole, nel quale si indicano tutti gli atteggiamenti e i comportamenti da tenere in caso di casi sospetti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, mascherine protettiva sold out nelle farmacie di Roma

Coronavirus, la prevenzione arriva anche nelle scuole italiane: la circolare del Ministero della Salute

coronavirus scuole ministero
Virus cinese, primo caso in Canada (Getty Images)

Lo scorso 31 dicembre 2019 la Commissione sanitaria Wuhan (la città cinese maggiormente colpita dal virus) ha segnalato all’Organizzazione Mondiale della Sanità diversi casi di polmoniti nella zona di Wuhan, un epidemia che si è originata forse nei mercati ittici e di animali vivi. I sintomi più comuni del Coronavirus sono tosse secca, febbre, mal di gola, difficoltà respiratorie, con possibili lesioni polmonari. Il Virus non necessariamente ha effetti mortali, ma può presentarsi anche in forma lieve, che assomiglia molto ad una comune influenza. Complicazioni possono insorgere in soggetti con condizioni cliniche deficitarie preesistenti, come ad esempio, i cardiopatici, ipertesi, diabetici o persone che presentano malattie epatiche e croniche.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, in Cina le vittime salgono a 80: 2700 casi confermati 

La circolare ministeriale indica le precauzioni da adottare per ridurre i rischi di contagio per chi deve andare o torna dalle zone interessate. La prima cosa è il vaccino contro l’influenza almeno 2 settimane prima di partire, oltre a valutare di evitare viaggi a Wuhan se non strettamente necessari. E’ importante anche di evitare il più possibile contatti con persone influenzate e lavarsi spesso le mani. Evitare, inoltre, di visitare mercati ittici e di animali vivi, oltre che il contatto diretto con animali da allevamento e selvatici, sia vivi che morti. La circolare invita tutte le scuole alla massima diffusione delle misure di prevenzione.