Incidenti stradali il sabato sera: arriva il protocollo del Viminale

Arriva il provvedimento del Viminale, sui frequenti incidenti stradali compiuti il sabato sera. Pattugliate le aree delle discoteche con il nuovo protocollo

Incidenti stradali
Aumentano i controlli il sabato sera (via Pixabay)

Il sabato sera è forse il momento più bello della settimana, specie tra igiovani che dopo una settimana di studio, escono per svagarsi in compagnia. C’è chi va a mangiarsi un panino e chi invece decide di andare a ballare in discoteca. Spesso però proprio durante questa serata si esagera con l’alcol e dopo è un guaio mettersi alla guida.

Infatti secondo le statistiche del 2019, proprio durante il sabato sera avviene il maggior numero di incidenti stradali. Così il Governo, specie il Ministro dell’Interno, con l’Anci ha siglato un protocollo proprio per prevenire le stragi del sabato sera. Andiamo a scoprire i provvedimenti presi dal nuovo accordo.

Incidenti stradali il sabato sera, ecco i provvedimenti per prevenire

incidenti stradali
Aumentano i provvedimenti anti-strage (via Pixabay)

Così il primo provvedimento preso d’accordo tra il Ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, e l’Anci, è quello di pattugliare maggiormente le zone nei pressi delle discoteche. Qui infatti ci saranno pattuglie della polizia municipale, a controllare le zone più a rischio. Ovviamente la precedenza di questo provvedimento andrà alle città più popolose, ossia quelle con almeno 100mila abitanti.

Inoltre per mettere in atto questo provvedimento, ci sarà bisogno di maggiori risorse, e quindi maggior presenza di personale in queste zone.

Le discoteche non saranno le uniche zone pattugliate, ma aumentano i controlli all’esterno di qualsiasi luogo di aggregazione. L’obiettivo è quello di sviluppare sinergie con le amministrazioni locali, per mettere al sicuro le strade adiacenti a questi luoghi.

Così si va sempre di più verso una strategia per la sicurezza nazionale, dove il ministro Lamorgese, intende attivare dei controlli strutturati su più livelli di intervento. Inoltre sempre il ministro, vorrebbe coinvolgere le associazioni dei gestori dei locali di intrattenimento, soprattutto per sensibilizzare su un argomento così dedicato. Vedremo se il 20 gennaio la proposta passerà in Viminale, e se aumenteranno i controlli sulle strade italiane.

L.P.

Per rimanere sempre informato sulle notizie di Cronaca, CLICCA QUI !