Quali sono le nuove malattie dell’infanzia, la paura dei pediatri

0

Cambiano i tempi e cambiano anche le malattie dell’essere umano. Andiamo a veder quali suono le nuove malattie che affrontano i pediatri ogni giorno

Malattie
Malattie infantili, le lotte dei pediatri (via Pixabay)

Cambiano i tempi e di conseguenza anche le malattie con cui medici e pediatri hanno a che fare, specie quelle croniche che continuano ad aumentare, ed hanno bisogno di trattamenti speciali.

Nel nostro paese, specie negli ultimi anni, sta salendo vertiginosamente il numero dei bambini con bisogni assistenziali speciali, e ben 10mila di questi sono definiti “medicalmente complessi”, ossia hanno bisogno della tecnologia del vivere. Per tecnologia, ovviamente si intende l’utilizzo di respiratori e nutrizione artificiale. Andiamo quindi a scoprire le malattie che sono aumentate in questa decade.

Le nuove malattie diffuse tra i bambini

Specie in questa decade, tutto va veloce, e così spesso dimentichiamo di prenderci cura dei nostri figli. Così, come riportano i pediatri, aumentano i casi di: sovrappeso, asma, obesità, diabete e di conseguenza il bullismo che ne scaturisce tra i coetanei.

Secondo le stime del Libro Bianco, realizzato dalla Federazione Italiana delle Associazioni e Società Scientifiche dell’Area Pediatrica (Fiarped), in 40 anni non è cambiata l’assistenza medica bensì l’epidemiologia.

Infatti come spiega Giovanni Corsello, presidente della FierPed: “Prima i bimbi morivano di malattie infettive, oggi le principali cause di morte sono i tumori e i traumi da incidente stradale. ” – Corsello continua – “facciamo i conti con nuove emergenze sociali e sanitarie su cui è stato fatto pochissimo“.

Il presidente della Fierped ha poi concluso: “Abbiamo casi cronici come asma e diabete in crescita esponenziale“. Da tutti questi problemi di salute, ne scaturiscono poi malattie genetiche rare. I casi più comuni sono: cardiopatie congenite o fibrosi cistica, che fortunatamente oggi sono curabili.

Però purtroppo, come sostiene Corsello, a causa delle diseguaglianze sociali: “questi bambini rischiano oggi di non ricevere una assistenza specialistica“.

L.P.

Per rimanere sempre informato sui casi di Cronaca, CLICCA QUI !

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui