CONDIVIDI

Davide Nouaimia Bonavita e la sua follia in Curva Sud allo Juventus Stadium

Ultras Juventus
Juventus Stadium (Getty Images)

Il suo nome è Davide Bonavita, ultras della Juventus, originario di Ottaviano, uno dei paesi vesuviani, ma nato e vissuto a Stoccarda, in Germania. Il suo desiderio era quello di fingersi tifoso della Juventus per cessare i cori contro la sua città dalla curva. Quello in cui in realtà è riuscito Davide, è distruggere la dirigenza Juventina denunciando cose piuttosto gravi. Per più di 6 anni si è finto Ultras della Juventus, a capo del gruppo organizzato True Boys per poi svelare quella che è la sua vera fede: il Napoli.

Con un post su Facebook ha preannunciato l’inizio dell’apocalisse, scrivendo: “Io Davide Nouaimia Bonavita confermo che il progetto TRUE BOYS è stato tutto merito mio, tutto ciò che è stato fatto è stata una mia idea. Voglio farvi capire che nessuno, assolutamente nessuno dei miei DIRETTIVI sapeva nulla di ciò che sta accadendo in questo momento e accadrà nei prossimi giorni. neanche il mio DIRETTIVO PRIMARIO Franco Macri, sapeva nulla di tutto. Succederà una cosa per me fantastica ma per tutti gli altri sarà una delusione. Mi dispiace per voi che avete creduto in me – al di là dei colori – vedrò adesso chi sarà amico o infame che mi adorava per i biglietti e divertimento che vi davo per farvi vedere la Juventus.Nei prossimi giorni vi informerò
Saluti Davide (TRUE BOYS)”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Tragedia a Ibiza, rugbista muore in un festino

Ultras della Juventus si svela per quel che è: i messaggi d’odio sotto i suoi post

Dopo il post che preannunciava quella che si è poi verificata un’apocalisse, Davide ne ha postati molti altri, per spiegare agli altri cosa stesse succedendo. In poco tempo è diventato l’eroe di Napoli e il traditore della squadra bianconera. Sotto i suoi numerosi post ha subito una pioggia di insulti, ma qualcuno resta ancora scettico a riguardo.

L’ormai ex Ultras della Juventus ha dichiarato che per lui questi 6 anni è come se li avesse passati in prigione, senza poter mai dichiarare a nessuno quello che realmente è: tifoso sfegatato biancoazzurro.

caro Alberto Pairetto (Dirigente Juventus) il Cavallo 🐎 di Troia non l’hai potuto fermare. dal 2013 che ho lavorato per…

Pubblicato da Davide Nouaimia Bonavita su Martedì 26 novembre 2019