Ucciso e mangiato 30 persone. Gente da far rabbrividire anche il dottor Hannibal Lecter.  Una coppia russa è accusata di aver tenuto nel loro frigo tresti umani e di aver fatto selfie con i  cadaveri.

Accuse pesantissime e devono rispondere di questo Dmitry Bakshaev, 35 anni, e sua moglie Natalia Shaporenko, 42 di professione infermiera

Gli inquirenti russi, per ora, hanno identificato sette vittime della coppia, ma il numero è destinato a salire.

Loro stessi hanno ammesso di congelare cadaveri per avere “una scorta per il consumo di lungo periodo”.

Una storia che potrebbe avere 18anni. L’uomo è stato arresto solo a inizio settembre, quando dentro ad una caserma militare, sono stati ritrovati i resti di una donna smembrati.