Lo chiamano Don Euro. Lui, invece di pensare a fare del bene, pensava solo a se stesso.  Si perchè è molto più interessato ai beni terreni che a quelli spirituali. Il suo stile di vite era da Ostriche, champagne, incontri con gigolò e regali a presunti amanti.

La procura di Massa Carrara, una volta chiuse le indagini su segnalazione dei fedeli della sua parrocchia,  ha sequestrato 700mila euro in contanti e 150mila in gioielli.Il prete ora è accusato di appropriazione indebita. Nella vicenda, solo in maniera marginale, è stato coinvolto , anche se marginalmente, il vescovo di Massa Carrara, Monsignor Giovanni Santucci

 

Le indagini da parte delle forze dell’ordine, sono partite quando un gigolò di Napoli ha denunciato di aver avuto un rapporto con il parrocco. Una vicenda che è finita anche alle Iene.

I soldi sperperati, Secondo la procura, sono queli ricevuti per la Chiesa in 20 anni di offerte.