Una storia assurda, pazzesca, nell’Italia delle avversità e alterazioni sociali.

E’ la storia di Giuseppina Fattori, una 95enne di Fiastra, in provincia di Macerata,

La povera donna, purtroppo, è stata sfrattata senza senso da una delle casette dove era andata a vivere dopo il sisma che ha sconvolto l’Italia centrale.

Al quotidiano cronache maceratesi, lei ha raccontato che sono “stati trattati come delinquenti della peggiore specie sono venuti di nascosto mentre sarebbero dovuti arrivare lunedì”.
Le autorità, riporta TgCom, “non hanno ascoltato l’appello dei parenti che chiedevano di lasciare vivere in pace la 94enne, dopo il terribile anno del terremoto”.
Ma Giuseppina ha annunciato battaglia: “Io e mia sorella porteremo il caso alla Corte dei diritti umani. Lo Stato esercita arroganza nei confronti dei più deboli“.