Il Volo, Dybala e Razzi per ammansire il feroce dittatore della Corea del Nord ed evitare che possa scoppiare la terza guerra mondiale. Queste che riportiamo sotto sono le dichiarazioni ufficiali che il senatore Razzi ha rilasciato a Radio Cusano Campus. Il senatore doveva partire per la Corea del Nord già da un paio di settimane, ma ha rinviato il suo impegno. Razzi è già andato diverse volte in Corea del Nord è ha sempre parlato bene di questo per noi sconosciuto Paese e del suo dittatore. Ecco le sue parole:

“Il viaggio in Corea l’ho rinviato. Non per paura, sia chiaro! Io non ho paura di niente e di nessuno perché sono sempre stato così nella mia vita”. Viaggio dunque rimandato “di un mese, più o meno”. “Qualcuno chiama Kim Jong Un ‘Ciccio Kim’? – prosegue – Se lui lo sapesse non si arrabbierebbe, sa che scherzare fa bene al cuore. E’ un uomo di mondo, sa stare allo scherzo”.

“So che Kim Jong Un è un grande appassionato di sport. – aggiunge Razzi – Per questo proverò a portare in Corea del Nord il fuoriclasse della Juventus, Dybala. Sarebbe una festa nazionale, se porto Dybala lo stadio da 200.000 spettatori si riempie, devono mettere pure i maxischermi fuori. Provo a portare Dybala e sto provando a portare anche Il Volo.

Kim Jong Un è amante della musica, visto che Gianluca del Volo è abruzzese ho detto al padre che Kim Jong Un li ha invitati ufficialmente per andare alla settimana musicale. Potrebbero collaborare con me alla pacificazione del mondo. Sarebbe meraviglioso andare con Dybala e il Volo in Nord Corea”.