Emanuele Fiano, ai microfoni 24Mattino su Radio 24 parla della legge sull’apologia del fascismo studiata come propaganda contro il fascismo e il nazismo. La proposta così, è cambiare l’obelisco del Foro Italico a Roma togliendo la scritta Dux.

“Sono contrario all’abbattimento di monumenti, ma l’abrasione della scritta è una cosa che è stata fatta in Italia in tanti posti. L’abrasione della sola scritta è giusta”, afferma Fiano.

Come si legge su Il Giornale, la legge prevede l’introduzione dell’articolo 293-bis del codice penale che punisce “chiunque propaganda le immagini o i contenuti propri del partito fascista o del partito nazionalsocialista tedesco”.

Fiano, vorrebbe anche accogliere la proposta del sindaco di Predappio, Giorgio Frassineti, che vorrebbe istituire un museo storico al posto dei negozi che vendono i gadget del Ventennio, “Un museo che spieghi cosa è stato il fascismo – spiega Fiano – ciò che ha prodotto e causato e ciò di cui è colpevole. In Germania ci sono esempi di musei legati alla storia del nazismo che insegnano alle nuove generazioni o anche a quelle vecchie esattamente tutto quello che è successo – conclude l’esponente del Pd – raccontare, spiegare anche introdursi nelle contraddizioni di un pezzo di storia è giusto senza infingimenti”.