violenza stupri

Continuano le indagini sullo stupro di Firenze per il quale sono indagati due carabinieri. La versione dei fatti data dal militare 45enne non è uguale a quella delle due ragazze mentre l’altro carabiniere continua a restare in silenzio come hanno raccontato amici e colleghi.

Nelle scorse ore, è spuntato un video che avrebbe potuto dare una svola alle indagini ma che la Procura considera inutilizzabile. Il filmato, di pochi secondi, sarebbe stato girato dalle due studentesse americane nell’atrio del palazzo dove si sarebbe consumata la violenza. Nel video si sentirebbero le urla di una ragazza che grida “bastard, bastard”.

Il filmato è stato visionato dalla Procura che, tuttavia, non lo considera utilizzabile per le indagini.

Il capo della Procura di Firenze, Giuseppe Creazzo, come riporta Libero Quotidiano, ha fornito alcune cruciali precisazioni. “Esiste un fotogramma, un secondo di video”, ma “è stato girato in una situazione di confusione, forse per sbaglio e forse nel locale”.

Per la Procura è falso che esista un video della violenza così come è falso anche che esista un video “girato durante la commissione del reato e durante il quale una delle ragazze pronuncia la parola bastard”.