La notizia è di poco fa: il presidente Usa Donald Trump mostra chiaramente di non essere d’accordo con il testo approvato dal Congresso che riguarda le nuove sanzioni alla Russia.

Firma decisamente controvoglia, come riportato dall’agenzia di stampa Ansa, e definisce il provvedimento “significativamente imperfetto, contenendo parti chiaramente incostituzionali”.

Trump attacca il Congresso che ha redatto e approvato il testo con una nota accusandolo di non essere in grado di lavorare correttamente, non essendo stati capaci di approvare la riforma sanitaria dopo anni.

Il problema che si presenta, secondo il presidente degli Stati Uniti, è la limitazione che il provvedimento impone al ramo esecutivo, ovvero all’azione del presidente, rendendo così molto difficile raggiungere accordi fruttuosi per il popolo americano.Alla fine della nota sottolinea comunque di aver deciso di firmare il testo “in nome dell’unità nazionale”.