Una bambina  di 16 mesi è deceduta al nosocomio Bambino Gesù di Roma il 28 giugno. La piccola è risultata positiva al virus del morbillo. Lo scrive un comunicato del noto ospedale romano, secondo cui sono in corso le analisi per verificare l’eventuale collegamento tra malattia e decesso. Seguita dall’ospedale già dall’età di 3 mesi per altre malattie, la piccola era stata ricoverata il 10 giugno in seguito a febbre persistente e successiva coagulopatia, e portata in Rianimazione.

A confermare la positività al morbillo è, come scrive l’ospedale romano, l’Istituto Superiore di Sanità.

“Arresto cardio-respiratorio il 28 giugno” – Le condizioni cliniche della piccola, durante la degenza, erano progressivamente migliorate fino all’ultimo esame clinico obiettivo effettuato il 28 giugno nel reparto di Pediatria. “Nell’arco della serata dello stesso giorno, tuttavia – si legge nel comunicato – compariva improvvisamente nel sonno un arresto cardio-respiratorio irreversibile. Sono in corso analisi anatomo-patologiche finalizzate a verificare il nesso causale tra la malattia e l’evento fatale”.

Contagiata dal virus del morbillo “selvaggio” – La bimba è stata contagiata dal virus del morbillo “selvaggio”, quello cioè che si contrae per contatto con altri soggetti infettati. Lo sottolinea la nota dell’ospedale sul decesso. “E’ importante sottolineare sempre – sottolinea Alberto Villani, responsabile di Pediatria Generale e Malattie Infettive del Bambino Gesù e presidente della Società Italiana di Pediatria – che un’adeguata copertura vaccinale riduce o elimina il rischio di essere contagiati dal virus del morbillo”.

 

MD