Superbonus 110%, sarà rivoluzione: cosa accade per vecchi e nuovi cantieri

Come cambierà la situazione del Superbonus per i lavori edili e per le ristrutturazioni. Il nuovo Governo ha deciso di cambiare

Tanti i cambiamenti che il nuovo Governo, targato centro-destra, dovrebbe apportare a norme, leggi e situazioni in vigore attualmente nel nostro paese.

superbonus
Superbonus 110% (web source)

Uno dei cambiamenti radicali che ci si aspetta riguarda il cosiddetto Superbonus 110%. Vale a dire la maxi agevolazione introdotta da qualche anno dal Governo per aiutare coloro che vogliono effettuare lavori edili o ristrutturazioni in maniera ecologica e green.

Nei giorni scorsi si era vociferato di uno stravolgimento totale per il Superbonus secondo la volontà del Governo Meloni. Cambiamenti ce ne saranno, ma sicuramente meno pressanti e stravolgenti di quello che si è detto e scritto di recente.

Cambi in vista per il Superbonus: si abbassano le percentuali tra prima e seconda casa

I pensieri negativi di privati ed imprese che hanno pensato o già tentato di accedere al Superbonus 110 dovrebbero essere lievemente placati dalla ultime notizie in tal senso. Come detto il Governo Meloni cambierà qualcosa, ma non ci sarà uno stravolgimento totale.

La prima modifica è che l’aliquota di detrazione fiscale per il Superbonus calerà inevitabilmente, ma in maniera graduale. Inoltre vi sarà presumibilmente una differenza sui lavori per la prima casa, quella considerata abitazione principale, e quelli per la seconda casa.

Ristrutturazioni di un palazzo (Pixabay)

In pratica, la detrazione fiscale del Superbonus per l’abitazione principale scenderà dal 110% all’80%, mentre per le seconde case la percentuale potrebbe oscillare tra il 50% e il 65%. In questo senso, la riforma del centrodestra dovrebbe stravolgere le aliquote previste dalla Manovra 2022, che mirano invece a una graduale riduzione del Superbonus. Secondo quanto previsto inizialmente, l’agevolazione statale avrebbe dovuto conoscere un taglio al 70% nel 2024.

Nessuna paura invece per i cantieri già aperti o per i privati che hanno già fatto richiesta per il Superbonus 110. E’ infatti in arrivo una clausola di salvaguardia per tutelare i lavori già iniziati o pronti per essere messi in moto. Giorgia Meloni in persona ha rassicurato tutti riguardo a questa possibilità.

Dunque avviso per privati e aziende che vogliono puntare sul Superbonus 110 per ristrutturare edifici o stabili. Fate richieste al più presto, prima che le detrazioni calino inevitabilmente.