Prezzi carburanti, svolta improvvisa: la notizia sorprende gli italiani

Prezzi carburanti, svolta improvvisa: la notizia sorprende gli italiani. Continua a tenere banco il caro benzina in questi torridi giorni estivi

La buona notizia è che a breve si dovrebbe tornare all’interno di range “più umani” per quanto riguarda i costi al distributore. Gli ultimi dettagli sembrano essere positivi.

Prezzi carburanti
Prezzi dei carburanti in Italia (Foto: Ansa)

Sono stati mesi difficilissimi per tutti i cittadini italiani (ed europei) per quanto concerne il costo dei carburanti. Come se non bastassero gli aumenti relativi all’energia, con le bollette di acqua e luce alle stelle, da un po’ viviamo l’incubo al distributore. Per chi è costretto a spostarsi quotidianamente per lavoro, l’utilizzo della macchina è diventata una pesante remissione economica. Gli spiragli positivi intravisti negli ultimi giorni, però, potrebbero avere un piacevole seguito in queste settimane. Benzina e gasolio sembrano finalmente in discesa, mentre ad aumentare è ora il metano. La notizia positiva riguarda la proroga confermata fino al 21 agosto del taglio delle accise, voluto dall’ex Governo Draghi. Un modo per calmierare i prezzi che ha mitigato la bufera sui carburanti in questo periodo. La soglia dei 2 euro a litro al momento sembra scongiurata e dovrebbe restare tale sino ad ottobre (il taglio verrà prolungato).

Prezzi carburanti, leggero calo di benzina e gasolio: il trend per le prossime settimane

Prezzi benzina e diesel
Prezzi di benzina e diesel in calo (AnsaFoto)

In questo momento il Brent è intorno ai 100 dollari, con una ripercussione chiara su benzina e diesel. Secondo le rilevazioni di Staffetta Quotidiana, l’Eni ha apportato un taglio di circa tre centesimi al litro su benzina e gasolio. Per IP, Q8 e Tamoil il calo carburanti su benzina e diesel raggiunge i 2 cent/litro.

Le medie dei costi dei carburanti, in base ai dati dell’Osservatorio prezzi del ministero dello Sviluppo economico, vedono la benzina self service a 1,862 euro/litro (-14 millesimi, compagnie 1,864, pompe bianche 1,858), il diesel a 1,841 euro/litro (-13, compagnie 1,843, pompe bianche 1,837). Gpl servito a 0,813 euro/litro (-4, compagnie 0,824, pompe bianche 0,808), metano servito a 2,371 euro/kg (+82, compagnie 2,391, pompe bianche 2,356), Gnl 2,457 euro/kg (+215, compagnie 2,548 euro/kg, pompe bianche 2,402 euro/kg). La fotografia ci regala quindi un piccolo spiraglio di positività nel presente con il grosso punto interrogativo delle decisioni che verranno prese dal nuovo esecutivo. Vedremo se anche in questa seconda parte del 2022 il trend sarà in discesa o se il contesto internazionale tornerà a far sentire il proprio peso sui prezzi.