Crisi di governo, Fantinati (IpF) a iNews24: “Draghi un signore a tornare dal vertice Nato. M5S destinato a implodere”

"Io credo che Conte riceva tante pressioni sia dai miei ex colleghi deputati sia dai giornali per uscire dal Governo e dare solo un appoggio esterno, ritirando i ministri. Non penso che questo accadrà e che ci sarà una crisi di governo", aggiunge il deputato.

Mattia Fantinati, Luigi Di Maio - Foto di Ansa Foto
Mattia Fantinati, Luigi Di Maio – Foto di Ansa Foto

La querelle è giunta al termine: Mario Draghi ha categoricamente smentito di aver chiesto a Beppe Grillo di “rimuovere Giuseppe Conte dal M5S perché inadeguato”. E l’ennesimo pericolo di una crisi di governo sembra essere rientrata.

Ai microfoni di iNews24, Mattia Fantinati, deputato di Insieme per il Futuro, il partito fondato nelle scorse settimane dal ministro degli Estero Luigi Di Maio che ha accolto molti ex 5 Stelle.

Come valuta quello che sta accadendo in queste ore tra Grillo, Conte e Draghi?
Difficilmente capisco queste cose. Mi sembra anche inutile commentare queste farse tra Conte e Grillo. È inconcepibile che il presidente Draghi, dal vertice Nato, debba occuparsi di tali questioni. La situazione è allucinante. Gli italiani non meritano tutto questo. Hanno bisogno di stabilità, che si facciano le cose per loro e che si parli di temi che li riguardano. Ai cittadini queste cose non interessano”;

Perché è una farsa, secondo lei?
“Il Movimento 5 Stelle sta implodendo e ha perso completamente la bussola. Io non so se siano vere queste chiamate tra Draghi, Grillo e Conte. Credo che non si possa mettere a rischio il governo in questo modo e spiace vedere come il mio ex Movimento, da tempo ormai, non sia più un partito responsabile e pensi solo alle baruffe interne più che al bene degli italiani. Penso anche che Mario Draghi sia stato un signore a intervenire dal vertice Nato e anzi, anche a tornare in Italia prima. I miei ex colleghi dovrebbero darsi una calmata e tornare a lavorare. E penso che del Movimento 5 Stelle resterà ben poco”; 

Il governo è a rischio?
Io credo che Conte riceva tante pressioni sia dai miei ex colleghi deputati sia dai giornali per uscire dal Governo e dare solo un appoggio esterno, ritirando i ministri. Non penso che questo accadrà e che ci sarà una crisi di governo. Ma sicuramente il Movimento 5 Stelle non sta facendo lavorare bene il Governo e noi ne siamo usciti per questo. Adesso l’Italia ha bisogno di risposte e non di screzi personali”.