“Pianti disperati e attacchi di panico”: la lotta contro il tumore dell’ex protagonista del GF

“Pianti disperati e attacchi di panico”: la lotta contro il tumore dell’ex protagonista del GF. Tutti i fan sono al suo fianco in questo delicato momento

E’ stata senza dubbio una delle concorrenti più amate del reality per eccellenza. Carolina Marconi sta combattendo con tutte le forze per la sua salute.

gf
Logo Grande Fratello (Instagram)

Sono passati quasi 20 anni dalla sua partecipazione al Grande Fratello. Carolina Marconi ha saputo conquistare il pubblico con la sua bellezza e la sua straordinaria allegria, costruendosi un’ottima carriera televisiva dopo l’uscita da Cinecittà. Un trampolino di lancio splendidamente sfruttato dalla venezuelana che in Italia ha trovato oltre alla notorietà anche l’amore. Dal 2011 fa coppia fissa con Alessandro Tulli, con il quale ha un rapporto straordinario e vuole costruire una famiglia. Per ora non si sono sposati ma sognano di avere dei figli. Fino ad ora, però, ad impedire di coronare questo splendido obiettivo ci si è messo il destino e la cattiva sorte. La Marconi sta infatti combattendo con un brutto male già da tempo. 

Ha scoperto di avere un tumore proprio mentre si sottoponeva ad esami approfonditi per cercare una gravidanza che al momento non è ancora arrivata.

In una lunga intervista rilasciata al settimanale Confidenze, la modella e attrice ha voluto raccontare molti aspetti della sua vita quotidiana e la lotta alla malattia che l’ha colpita.

GF, l’ex concorrente Carolina Marconi racconta il suo presente: “La lotta con il tumore è stata molto dura”

Carolina Marconi
Carolina Marconi (AnsaFoto)

Dopo l’operazione per eliminare la massa maligna e le varie chemio a cui è stata sottoposta, Carolina ha immediatamente ripreso l’attività fisica, sua grande passione. Il recupero da un problema così serio non è però semplice: 

Nessuno ne parla. Devi bloccare il ciclo per entrare in menopausa precoce. La terapia ormonale provoca mal di ossa. Tu sei gonfia, stanca, hai le vampate, non dormi. In più ci sono gli sbalzi d’umore, i pianti disperati sotto la doccia e gli attacchi di panico”.

Le cure chemioterapiche le hanno fatto perdere i capelli, portandola ad indossare parrucche. Fortunatamente ora le stanno ricrescendo i suoi meravigliosi ricci e di questo non può che essere contenta. Ci vorrà invece molto di più per ritentare una gravidanza, visto che come sottolineato dai dottori dovrà aspettare circa un anno e mezzo.

La 44enne ha anche valutato l’adozione, pur se chi è guarito dal cancro deve aspettare cinque anni. La cosa più importante è il suo sesto senso: “Sono convinta che prima o poi sarò mamma”.