Cadavere fatto a pezzi nel Bresciano, l’assassino confessa: la vittima è l’attrice hard Charlotte Angie

Nelle chat con i giornalisti l'uomo, ex compagno della vittima, fingeva di essere l'attrice. Ha confessato dopo un lungo interrogatorio con i carabinieri e il magistrato.

Charlotte Angie - Foto di Ansa Foto
Charlotte Angie – Foto di Ansa Foto

Un uomo di quarantatre anni è stato fermato dopo aver confessato l’omicidio di Carol Maltesi, l’attrice hard nota con il nome d’arte di Charlotte Angie. Il cadavere della donna è stato ritrovato fatto a pezzi a Borno, nel Bresciano ed è stato riconosciuto grazie ai tatuaggi. L’uomo, che in passato avrebbe avuto una relazione con Carol, è stato fermato con l’accusa di omicidio volontario aggravato, distruzione e occultamento di cadavere.

Secondo la confessione del quarantatreenne, l’omicidio sarebbe avvenuto a gennaio a Milano. Dopo aver ucciso l’attrice, avrebbe riposto il corpo nel congelatore della casa della giovane. In un secondo momento poi, ha fatto a pezzi il cadavere e lo gettato in un dirupo nel Bresciano, dove è stato ritrovato. Durante le indagini, gli investigatori avevano scoperto che il 20 marzo l’auto di Carol era transitata nella zona, ma era guidata da un uomo.

La confessione

Il quarantatreenne si è presentato dai carabinieri a confessare dopo che lunedì, sulla stampa locale, sono apparse ipotesi sull’identità della donna. Ai militari dell’Arma, avrebbe raccontato di essere un amico e vicino di casa di Carol ed avrebbe offerto “circostanze che subito si rivelavano contraddette dalle emergenze investigative fino a quel momento acquisite”. 

Per questa ragione, gli investigatori e il magistrato hanno interrogato l’uomo, impiegato in una banca milanese, che nella notte ha confessato l’omicidio. Avrebbe colpito la sua ex compagna alla testa al culmine di un litigio.

Nelle chat con i giornalisti l’uomo fingeva di essere Charlotte Angie

Non ho tempo adesso per i giornalisti e per spiegare perché ho lasciato il porno”. Così il quarantatreenne rispondeva ai giornalisti, come ha scritto il sito Bsnews.it, fingendo di essere la donna che aveva invece ucciso mesi prima. “Ah ho capito. Mi hanno già detto diverse persone di quella ragazza. Io sto bene fortunatamente”, aveva risposto l’uomo, secondo il sito, a un giornalista che gli spiegava che i tatuaggi sul corpo della giovane ritrovata erano simili a quelli di Carol.

Chi era Charlotte Angie

Carol Maltesi, nome d’arte Charlotte Angie, era un’attrice porno di ventisei anni di origini italo-olandesi. Come riporta il sito Varesenews, era cresciuta nel Varesotto, tra Busto Arsizio e Sesto Calende. Da piccola ha praticato danza ed equitazione ed aveva studiato all’Istituto delle ex orsoline. Nel 2016 è diventata mamma del primo figlio ed ha cominciato a lavorare in una profumeria a Milano. Negli ultimi anni si era avvicinata al mondo del cinema hard, e dopo alcuni film ha deciso di abbandonare la scena.