Rientro a scuola: tutte le nuove regole anti-contagio dall’asilo nido alle superiori

Le regole restano rigide negli asili nido, nelle scuole dell'infanzia e alle elementari. Cosa cambia alle superiori e alle medie.

Regole anti-Covid a scuola - Foto Ansa (archivio)
Regole anti-Covid a scuola – Foto Ansa (archivio)

Nel decreto approvato al Consiglio dei ministri sono specificate anche le nuove regole anti-contagio in tutte le scuole.

LEGGI ANCHE: Quirinale, De Carlo (Fdi) a iNews24: “Se Draghi va al Colle subito elezioni, ma Berlusconi è la prima scelta”

Asili nido e scuole dell’infanzia

Non cambiano le regole che garantiscono la sicurezza per i bambini delle scuole dell’infanzia e degli asili nido. Restano rigide com’erano già da novembre, perché i piccolissimi non sono vaccinati e a scuola non devono indossare le mascherine né altri dispositivi di protezione. In presenza di un solo caso positivo nella sezione o nel gruppo classe, l’attività viene interrotta per dieci giorni. Gli insegnanti delle scuole dell’infanzia e degli asili nido dovranno indossare la mascherina Ffp2, che verranno inviate a tutto il personale a partire da lunedì. 

Scuole elementari

Nelle scuole primarie, in presenza di un caso positivo si fa un test rapido o molecolare subito e da ripetere poi dopo 5 giorni. Il presenza di due o più casi, la classe va in dad per 10 giorni. Anche nel caso delle elementari si è deciso non non alleggerire il protocollo perché la percentuale dei vaccinati è ancora troppo bassa. 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Scuole Milano, l’allarme dell’associazione presidi a iNews24: “4mila tra docenti ancora non vaccinati e mancano i supplenti”

Scuole medie e superiori

Nelle scuole medie e superiori invece, si alleggerisce il protocollo, dal momento che l’80% degli studenti è vaccinato. Quarantena e dad scattano al secondo caso di positività per gli studenti vaccinati, guariti da più di 120 giorni e anche per i non vaccinati. Per gli altri invece, compreso chi ha ricevuto la terza dose, la dad per 10 giorni scatta solo al terzo caso di positività in classe. Con un solo caso, la classe è in autosorveglianza con obbligo di mascherina Ffp2. Fino al 28 febbraio gli studenti di medie e superiori potranno eseguire il test di tracciamento gratuitamente in farmacia, presentando la ricetta del medico di base o del pediatra. Il Governo ha stanziato 92 milioni per finanziare il tracciamento con i test.