Domenica In, Carlo Verdone rivela il suo calvario durato 9 anni

Carlo Verdone ha presentato il suo nuovo film, Vita da Carlo, oltre al suo ultimo libro, nel salotto di Domenica In. Parlando con Mara Venier, il regista ha fatto una sconvolgente rivelazione riguardo il suo passato.

Festival del Cinema di Venezia 2021, Carlo Verdone arriva sul red carpet (foto Instagram).
Festival del Cinema di Venezia 2021, Carlo Verdone arriva sul red carpet (foto Instagram).

Carlo Verdone sta promuovendo il suo nuovo film, Vita da Carlo. Inoltre, non perde occasione per parlare anche del suo nuovo libro, Le carezze della memoria, edito da Bompiani. Questo favorisce il tuffo nel passato che il regista ha fatto durante la sua ospitata al programma di Mara Venier, Domenica In. 

LEGGI ANCHE >>> Mara Venier ‘tradisce’ una collega? A Domenica In cambia tutto

NON PERDERTI >>> Carlo Verdone, risveglio tutt’altro che esaltante: la notizia delude i fan

Il suo ultimo libro è stato scritto durante il primo lockdown dovuto alla pandemia di Covid. Carlo Verdone ha riaperto uno scatolone lasciatogli dal suo assistente, che lo aveva etichettato come “foto, lettere e documenti da riordinare”. Da lì sono sgorgati numerosi ricordi riguardo al suo passato.

Carlo Verdone a Domenica In: “Vi spiego perchè facevo ricorso agli antidolorifici”

Il regista e attore Carlo Verdone posa insieme all'allenatore della Nazionale italiana, Roberto Mancini (foto Instagram).
Il regista e attore Carlo Verdone posa insieme all’allenatore della Nazionale italiana, Roberto Mancini (foto Instagram).

Fra le rivelazioni fatte da Carlo Verdone a Mara Venier nel salotto di Domenica In c’è il diverso approccio delle nuove generazioni nei suoi confronti, oltre all’abuso di antidolorifici a causa dei dolori di cui ha sofferto per ben nove anni. Fortunatamente, Carlo Verdone aggiunge: “Mi sono rivolto agli specialisti e sono riuscito a tornare a camminare“. 

LEGGI ANCHE >>> Carlo Verdone addolorato per il lutto improvviso: “Ci ha lasciato oggi” – VIDEO

Negli Stati Uniti d’America, l’abuso di antidolorifici è diventato una vera e propria piaga sociale, con migliaia di morti ogni anno. In particolare, molte persone utilizzerebbero in modo improprio il Fentanyl, un antidolorifico oppioide, per poi essere soggiogati da un forte stato di dipendenza dal farmaco.

Ecco un breve video che dà le dimensioni della piaga del Fentanyl negli Stati Uniti: