Antonella Clerici è una furia in diretta: “Vanno condannati”. Cos’è successo

Antonella Clerici ha iniziato la sua trasmissione È sempre mezzogiorno con un duro sfogo e tanta rabbia negli occhi

Antonella Clerici
(@RaiPlay)

Poche ore fa è andata in onda una nuova puntata di È sempre mezzogiorno, in palinsesto dal lunedì al venerdì dalle 11:55 con Antonella Clerici. Proprio la padrona di casa si è lasciata andare ad un duro sfogo con un misto tra rabbia e tristezza negli occhi che ha colpito i telespettatori.

LEGGI ANCHE > > > GF Vip 6, il bacio tra Manila e Manuel: come la prenderà Lulù? – VIDEO

NON PERDERTI > > > Tale e Quale Show, battaglia contro il tumore per una delle protagoniste: “Operata d’urgenza”

“Venerdì vi ho augurato di trascorrere un bel fine settimana, invece sabato abbiamo dovuto vedere quello che di increscioso è successo nella capitale”. La conduttrice lombarda non riesce a capacitarsi delle scene viste in TV da tutta Italia e per quanto accaduto nei fatti di Roma ampiamente raccontati dal giornalismo italiano.

PER APPROFONDIRE > > > No Green Pass: la guerriglia nel centro di Roma

Antonella Clerici, la rabbia per i fatti accaduti a Roma

Antonella Clerici
(@Twitter)

Prima di continuare con la sua trasmissione dell’ora di pranzo, È sempre mezzogiorno, Antonella Clerici ha continuato con il duro sfogo: “Scene di violenza del genere non si possono più vedere. Ci deve essere un’assoluta condanna unanime. Fatti del genere vanno condannati senza se e senza ma, perché la violenza di qualunque genere, indipendentemente dalla motivazione, non può mai essere ammessa”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > > > Alba Parietti, la perdita che ha sconvolto la sua vita: messaggio strappalacrime – FOTO

A conclusione del discorso, la conduttrice lombarda che ha il potere di arrivare a migliaia di persone in tutta Italia ha rivolto un appello: “Tutti noi che conduciamo una vita normale, viviamo la nostra vita di tutti i giorni, dobbiamo assolutamente condannare queste cose. La pace è una cosa molto importante e va sempre tutelata, nelle piccole e nelle grandi cose”.