Denise Pipitone, accusa pesante: “Un’aggressione personale”

Denise Pipitone, accusa pesante: “Un’aggressione personale”. Continua a far discutere la posizione di un personaggio esposto nella vicenda

(Facebook)

La vicenda della scomparsa di Denise Pipitone e dell’inchiesta che sta cercando di fare luce sul destino della bambina sparita 17 anni fa da Mazara del Vallo tiene avvinta tutta Italia. Ma ogni tanto si arricchisce di capitoli che c’entrano nulla con la verità inseguita da tutta la famiglia della piccola.

Come quello che sta succedendo nelle ultime ore all’avvocato Giacomo Frazzitta, legale da sempre di Piera Maggio mamma della piccola Denise. Sta infatti per scatenarsi una guerra tra avvocato e magistrati siciliani dopo alcune frasi intercettate dalla Procura di Marsala mentre l’avvocato parlava con una presunta testimone.

L’Anm di Palermo nelle ore scorse ha inviato al Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Marsala una nota. Chiede di valutare l’apertura di un procedimento disciplinare a carico di Frazzitta dopo le parole da lui pronunciate contro i magistrati che seguono l’inchiesta: “Sono puerili. Perché i magistrati fanno schifo cara signora”, aveva detto l’avvocato ad una testa che poi era stata sconfessata dalle verifiche. E aveva aggiunto che “o magistrati fanno schifo in Italia”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Denise Pipitone, un personaggio chiave nei guai: “I magistrati fanno schifo”

Denise Pipitone, accusa pesante: è scontro aperto tra avocati e magistrati in Sicilia

Frasi finite nella richiesta di archiviazione per la posizione della testimone e che hanno scatenato polemica. Tanto che nelle ultime ore in difesa del collega è intervenuta la giunta dell’Unione Camere penali esprimendo sostegno a quanto deciso dalla Camera penale di Marsala.

Sul piatto c’è la totale solidarietà a Giacomo Frazzitta, secondo loro attaccato ingiustamente. “Frazzitta, dopo avere peraltro formulato apprezzamento per i magistrati titolari dell’indagine – si legge – si esprimeva in termini molto critici e bruschi nei confronti della magistratura con riferimento ad un procedimento penale avviato nei confronti di un altro magistrato”.

L’avvocato Giacomo Frazzitta (Instagram)

E dopo aver espresso stima e apprezzamento per Frazzitta, l’Unione delle camere penali sollecita il Consiglio di disciplina di Caltanissetta, che esaminerà il caso, ad agire in fretta. Anche perché l’esposto dell’Anm è definito “un’aggressione personale e professionale del tutto inaccettabile”.