Molti video e pochi blocchi: la protesta dei camionisti no Green Pass è un flop

Una settimana di blocchi autostradali a partire dal 27 settembre. È quanto alcuni camionisti aderenti alla rete no Green Pass minacciavano come forma di protesta contro la certificazione governativa che, dal 15 ottobre, sarà obbligatoria anche sul posto di lavoro. A due giorni dall’annunciato blocco, poco però si è visto: dai video postati sui social si nota come il traffico sulle autostrade sia quello fisiologico nei tratti più affollati, perlopiù quelli intorno ai grandi centri urbani.

Qualche tentativo, come informa la polizia stradale, è stato effettuato da un paio di autotrasportatori sul tratto lombardo dell’A1 e dell’A4. Ma per il resto, dell’annunciato blocco alle forniture a supermercati e distributori di benzina, nulla si è verificato in tutta Italia. Evidenza confermata anche dai dati sul traffico forniti da Google e Autostrade per l’Italia.