Cashback, doppia stangata in arrivo: che mazzata per gli utenti

0

Nuova doppia stangata in arrivo per alcuni utenti che partecipano al Cashback. Ecco cosa potrebbe succedere molto presto

Cashback
Cashback, in arrivo una doppia stangata per i furbetti (Pixabay)

Mancano ormai 3 settimane circa alla conclusione della prima fase del Cashback. Iniziativa lanciata dal precedente esecutivo, è stata rinnovata anche col governo Draghi e probabilmente continuerà nel secondo semestre dell’anno. Tante le discussioni e le possibili modifiche a riguardo, soprattutto per contrastare alcuni fenomeni ricorrenti.

Uno su tutti: i tanto famigerati “furbetti” del Cashback. Per chi ancora non lo sapesse, si tratta di cittadini che usano metodi poco trasparenti per scalare la classifica del Supercashback e ottenere il bonus extra del valore di 1.500 euro. Proprio in questo senso, potrebbe presto arrivare una doppia stangata con conseguenze immediate. Ecco cosa sta succedendo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> WhatsApp, clamoroso addio: rivoluzione per tutti gli utenti

Cashback, doppia sanzione in arrivo per i furbetti

cashback GOVERNO DRAGHI
Ci saranno conseguenze immediate e la possibile esclusione dall’intera iniziativa (Pixabay)

Non c’è pace per i furbetti del Cashback. Stando a quanto si legge, pare che presto arriverà una doppia sanzione in grado di tagliare le gambe a tutti coloro che hanno utilizzato – e continuano a farlo – metodi poco ortodossi per scalare la classifica finale e ottenere 1.500 euro extra. Tramite PagoPa, sta venendo inviato un SMS con su scrittoLe transazioni ricorrenti di importo irrisorio effettuate in numero elevato presso lo stesso esercente non saranno valide“. I rischi sono essenzialmente due: l’esclusione dalla classifica e la cancellazione di tutte le transazioni sospette.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Fortnite accoglie TikTok con una nuova emote: ecco come ottenerla

In realtà, chi riceverà l’SMS di avviso avrà comunque 7 giorni di tempo per effettuare ricorso e contestare la segnalazione. Ci sarà un modulo disponibile online e basterà fornire la documentazione richiesta per dimostrare di aver agito “legalmente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui