Covid, Usa sconsigliano viaggi nell’80% dei Paesi del mondo: rischio alto

0

Covid, Usa sconsigliano viaggi nell’80% dei Paesi del mondo: rischio alto. Lo ha deciso il Dipartimento di Stato secondo le indicazioni dei “Centers For Disease Control and Prevention”

Viaggi Usa
Covid, Usa alzano il rischio di viaggi nell’80% dei Paesi del mondo (Foto: Getty)

In una recente decisione del Dipartimento di Stato americano è stato elevato all’80% il numero dei Paesi a rischio viaggi nel mondo, a causa della situazione legata al Covid. Si indica “un rischio senza precedenti per i viaggiatori” dall’inizio della pandemia di coronavirus.

L’organo politico americano ha già elencato 34 dei circa 200 paesi come “Livello 4”, il più alto di allerta per gli spostamenti, in cui si consiglia di non andare. Tra i vari Stati troviamo Ciad, Kosovo, Kenya, Brasile, Argentina, Haiti, Mozambico, Russia e Tanzania.

In una nota si legge esplicitamente che: “La misura sconsiglia di andare in tutto i luoghi classificati a Livello 4, che rappresentano l’80% dei Paesi”. In totale quindi si parla di circa 134 nazioni su un totale di 200 indicate. 

Il Dipartimento di Stato ha affermato che la mossa riflette le indicazioni offerte dai “Centers For Disease Control and Prevention“, la massima istituzione per la lotta al Covid.

LEGGI ANCHE >>> Guide turistiche contro le isole Covid Free: “Inutile se non si garantisce sicurezza ovunque”

LEGGI ANCHE >>> Covid, Gelmini sulle vacanze: “Prenotate, ma in Italia”

Covid, Usa sconsigliano viaggi nell’80% dei Paesi del mondo: l’Europa è zona rossa

Usa aumentano Paesi rischio viaggi
Covid, Usa sconsigliano viaggi nell’80% dei Paesi del mondo: rischio alto (Foto: Getty)

Queste decisioni seguono quelle arrivate nei mesi scorsi da parte del governo americano che ha sempre sconsigliato i viaggi in gran parte dell’Europa, in virtù delle restrizioni per il Covid.

Washington ha escluso l’arrivo di quasi tutti i cittadini non statunitensi che sono stati recentemente nella maggior parte del nostro continente e in Cina, Brasile, Iran e Sud Africa. La Casa Bianca non ha inoltre fornito una tempistica sulla durata delle attuali restrizioni.

La campagna di vaccinazioni negli Usa sta proseguendo nel migliore dei modi, con quasi la metà della popolazione che ha già ricevuto almeno una dose del farmaco immunizzante. Questo ha permesso di aumentare anche i voli interni, mantenendo un livello di rischio “basso“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui