Campania, De Luca a Figliuolo: “Non procederemo per fascia di età”

0

Il Governatore campano, Vincenzo De Luca, nel corso di una telefonata con il commissario per l’emergenza ha comunicato le sue nuove intenzioni nella campagna di immunizzazione 

Vincenzo De Luca parla con Figliuolo
Vincenzo De Luca (Foto: Getty)

La campagna di immunizzazione contro il Covid-19 prosegue in tutto il Paese. Ma nel corso di una telefonata tra il commissario per l’emergenza, Francesco Paolo Figliuolo ed il Governatore campano Vincenzo De Luca, questo ultimo avrebbe fatto presente l’intenzione di intraprendere una decisione clamorosa.

Difatti, il Governatore campano sembrerebbe convinto di voler procedere diversamente rispetto ai piani già stabiliti dal Governo centrale nella campagna di immunizzazione. De Luca ha quindi comunicato a Figliuolo che se entro questo mese la Campania non recupererà i vaccini che le sono stati sottratti, si procederà diversamente.

LEGGI ANCHE QUESTO ARTICOLO>>> Zona rossa e arancione, tutte le regole da seguire: cosa cambia oggi

Le intenzioni del Governatore campano Vincenzo De Luca non sono piaciute al commissario Figliuolo

vaccino covid
Vaccino Covid, parla il governatore della Campania Vincenzo De Luca (Foto: Getty)

“La Campania è stata una regione estremamente rigorosa, fra le più rigorose d’Italia, ma una cosa è il rigore e un’altra cosa è la stupidità“, ha dichiarato Vincenzo De Luca il quale ha proseguito: “Ho detto a Figliuolo che una volta completati gli ultraottantenni noi non intendiamo procedere esclusivamente per fasce di età“.

Le intenzioni del Presidente campano sarebbero quindi quelle di lavorare su due piani differenti. Una parte delle strutture pubbliche sarà destinata alle cure degli anziani e dei più fragili, mentre un’altra parte all’immunizzazione di massa: “Lavoreremo anche sui settori economici perché se decidiamo di andare avanti solo per fasce di età, quando avremo finito, l’economia italiana sarà morta”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Coronavirus, bollettino 12 aprile: 9.789 contagi e 358 morti

Di tutt’altro avviso sembrerebbe essere invece il commissario per l’emergenza Figliuolo in quanto abbia dichiarato che la campagna vaccinale deve proseguire in modo uniforme a livello nazionale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui