Vaccini Italia, quasi 10 milioni di dosi somministrate: tutti i dati

0

Prosegue la somministrazione dei vaccini in Italia, con quasi 10 milioni di dosi inoculate. andiamo quindi a vedere i dati della campagna di vaccinazione.

Vaccini Italia dati
Anche l’esercito impegnato nella campagna vaccinale (via Getty Images)

La campagna di vaccinazione prosegue in Italia, con il paese che ha visto una lieve accelerata nella somministrazione dei vaccini. Infatti nelle ultime settimane si sta procedendo ad una media di 200-240mila somministrazioni al giorno. Inoltre si è giunti quasi a 10 milioni di italiani che hanno ricevuto almeno la prima dose. Come riportano i dati del Governo, aggiornati stamattina alle ore 06:00, infatti, sono ben 9.928.663 le dosi inoculate dall’inizio della campagna.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Decreto Covid, tutte le regole dopo Pasqua in zona rossa: oggi la riunione

Inoltre nel paese ad oggi sono state consegnate 11.247.180 dosi: 7.668.180 Pfizer/BioNTech, 826.600 Moderna e 2.752.400 AstraZeneca. Quindi di queste oltre 11 milioni di dosi, l’88,3% già sono state inoculate. Aprile si preannuncia ad essere il mese decisivo per l’accelerata della campagna vaccinale. Andiamo quindi ad analizzare tutti i dati e perchè il prossimo mese potrebbe dare un aiuto al raggiungimento dell’immunità di gregge.

Vaccini Italia, ad aprile l’accelerata: cosa succede

Covid, vaccino AstraZeneca: Roberto Speranza
Il Ministro della Salute, Roberto Speranza (@Facebook)

Ad oggi, quindi, prosegue costantemente la somministrazione dei vaccini in Italia. Delle quasi 10 milioni di dosi già inoculate, ben 3.112.079 hanno ricevuto anche la seconda dose. Inoltre a ricevere le dosi ci hanno pensato circa: 3.001.336 operatori sanitari, 490.106 unità di personale non sanitario, 550.378 ospiti di strutture residenziali, 3.245.139 over 80, 226.698 unita’ delle forze armate, 995.698 unita’ di personale scolastico. Inoltre le somministrazioni proseguono nei 2023 centri presenti in tutta Italia.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Vaccino Covid, Figliuolo: “Allargare categorie? Facciamo poco nepotismo”

Ma il mese di aprile si preannuncia decisivo per la campagna vaccinale. Infatti il prossimo 15 aprile dovrebbe arrivare la prima partita del siero di Johnson & Johnson. Il vaccino Janssen è il primo ad essere monodose, ossia, non ha bisogno del richiamo. Inoltre il vaccino è stato testato su tutte le varianti in circolazione ed è in grado di prevenire oltre il 90% delle ospedalizzazioni. Bisognerà vedere a quale fascia d’età sarà somministrato il siero. Intanto il generale Figliuolo ha fatto sapere che si proseguirà per fasce d’età e non più per fasce di priorità.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui