Superbonus 110%, proroga fino al 2023: la bozza del Recovery Plan

0

Il governo Draghi sta riflettendo sull’inserimento del Superbonus del 110% all’interno del Recovery Plan, con conseguente proroga al 2023: tutti i dettagli

Superbonus
Superbonus

Nella bozza del Recovery Plan, a pagina 102 delle schede Missione 2 (green revolution), si legge: “Il Milestone identificato è l’approvazione dell’estensione della misura del Superbonus per interventi effettuati fino al 31 dicembre 2023”. L’estensione dell’incentivo, comunque, al momento è un’ipotesi e non una certezza. Il documento di cui vi abbiamo appena accennato non rappresenta il piano definitivo, ma illustra solo alcuni dei progetti a cui il governo sta lavorando.

LEGGI ANCHE—> Bonus verde, confermato anche per il 2021: cos’è e come ottenerlo

Superbonus 110%, come funzione ed a chi spetta: i dettagli

bonus 600€

Il Superbonus 110% è una delle misure messe in atto dal governo Conte all’interno del Dl Rilancio del 19 maggio 2020. Si tratta di una detrazione per chi vuole rendere più efficiente e sicura la propria casa. Il meccanismo prevede la possibilità da parte dei cittadini di effettuare lavori a costo zero.

Alla detrazione si può accedere sotto diverse forme. In primis, si può pagare l’intero importo dei lavori per poi ricevere il 110% di quanto speso su 5 anni. In alternativa, colui che effettua i lavori può ricevere uno sconto in fattura del 110% dell’importo. Si può cedere il credito ad un soggetto terzo, il quale finanzierà i lavori ed a cui spetterà la detrazione.

LEGGI ANCHE—> Bonus idrico 2021: requisiti, importo e come ottenerlo

I beneficiari che possono usufruire del Superbonus, sono:

  • condomini e persone fisiche per interventi su edifici formati da due a quattro unità immobiliari, distintamente accatastate, anche se sono di un unico proprietario o in comproprietà tra più persone.
  • Persone fisiche (non esercizi di impresa) per lavori su parti comuni, per la messa in sicurezza sismica, per l’installazione di colonnine di ricarica e pannelli fotovoltaici.
  • Istituti Autonomi Case Popolari.
  • Cooperative abitative.
  • Organizzazioni non lucrative di utilità sociale
  • Organizzazioni di volontariato.
  • Associazioni e società sportive dilettantistiche.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui