Vaccino Covid, Ue: “Collaborazione con Usa per approvvigionamenti”

0

Vaccino Covid, novità dall’Ue. Si sta lavorando ad una collaborazione con gli Usa per garantire approvvigionamenti 

Vaccino covid
Vaccino Covid, in arrivo collaborazione tra Commissione Ue e Usa (Foto: Getty)

Il tema caldo delle ultime settimane continua ad essere quello del vaccino anti Covid. Mentre si sta lavorando per ottenere nuove forniture da parte delle aziende farmaceutiche già autorizzate, altre stanno lavorando ai loro candidati così da aumentare l’offerta a disposizione. La Commissione Europea, in questo senso, ha chiesto una sorta di collaborazione diretta con gli Stati Uniti.

Stando a quanto riferito da un portavoce dell’esecutivo comunitario, infatti, l’idea è quella di garantire: “Che siano rispettati tutti gli obblighi contrattuali dei produttori di vaccini realizzati o imbottigliati negli Stati Uniti“. Un’idea – fa sapere l’Ansa – che porterebbe a maggiori garanzie sotto questo punto di vista.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Vaccino Covid, Draghi punta in alto: da Pasqua 700mila dosi al giorno

Vaccino Covid, Ue: “Gli Usa collaboreranno”

Vaccino Covid
Tutte le informazioni a riguardo (Foto: Getty)

La Commissione Europea collaborerà con gli Stati Uniti per ciò che riguarda il vaccino anti Covid. Stando a quanto precisato da un portavoce dell’esecutivo comunitario, infatti, si starebbe lavorando per garantire tutti gli accordi commerciali presi con le aziende che realizzano e imbottigliano direttamente su suolo americano. “Il commissario Breton e la sua controparte statunitense Jeff Zients – coordinatore della task force americana contro la pandemia – collaboreranno per ciò che riguarda le catene di approvvigionamento nella produzione dei vaccini” ha aggiunto il portavoce.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Scuole chiuse in Campania, i No-Dad in piazza: “Il governo ci ascolti”

Ottime notizie quindi per l’Europa, che si aspetta ora di ricevere maggiori garanzie in questo senso. Nel frattempo, l’Ema è in attesa di mettere sotto test ed eventualmente approvare altri candidati farmaci. In questo modo, le forniture per i Paesi membri saranno maggiori e soprattutto con una consegna più celere.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui