Istat, povertà da record in Italia: dati mai così pesanti dal 2005

0

Secondo gli ultimi dati dell’Istat, nel 2020 in Italia 335mila famiglie si sono ritrovate nella povertà assoluta: è record negli ultimi 15 anni

istat italia
Istat, dati di povertà in aumento: in Italia 5,6 milioni di famiglie colpite (Foto: getty)

L’emergenza pandemica ha avuto un impatto assai rilevante sull’economia globale. Lo stop agli spostamenti e tutte le restrizioni del caso hanno provocato danni ingenti per moltissimi settori, con perdite che avranno conseguenze nei prossimi anni. Stando all’ultimo report reso disponibile dall’Istat, nel 2020 335mila famiglie italiane si sono ritrovate nella povertà assoluta.

Si tratta di un record: era dal 2005 che non venivano registrati dati così pesanti. Nello specifico, i valori dell’incidenza di povertà sono saliti sia in termini familiari (da 6,4 a 7,7%) sia in termini individuali (dal 7,7% al 9,4%). Tutti i miglioramenti registrati nel 2019 sono stati completamente azzerati nell’anno del Covid.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid zone Italia, il Cts conferma: “Sistema funziona, anche il vaccino”

Istat, in Italia è record di povertà assoluta: i numeri

variante covid brasiliana
Dati mai così pesanti dal 2005: è record (Getty Images)

Numeri eloquenti quelli emessi dall’Istat, che dimostrano come l’Italia stia vivendo uno dei periodi più complicati della storia recente a livello economico. Stando alle stime preliminari, nel 2020 le famiglie in povertà sono oltre 2 milioni. Aggiungendo i singoli individui, si parla ad oggi di circa 5,6 milioni. Cali da record anche nella spesa per consumi dei nuclei familiari. Secondo le stime, nel 2020 sono tornate ai livelli del 2000 (2.328 euro mensili, -9,1% rispetto all’anno precedente).

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Meteo, torna il freddo: temperature in diminuzione nel weekend

L’incremento della povertà assoluta ha colpito maggiormente il Nord del Paese, con 218mila famiglie colpite. In totale, si parla all’incirca di 720mila individui. In generale, comunque, il Mezzogiorno rimane l’area con l’indice più alto di povertà: 9,3% delle famiglie totali, contro il 5,5% del Centro.

L’Istat ha poi spiegato come tra le famiglie con persona di riferimento occupata si stia facendo sentire ancor di più l’incidenza di povertà assoluta: si parla di 995mila famiglie in totale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui