Procida è la capitale italiana della cultura 2022: l’annuncio di Franceschini

0

Procida prenderà il testimone da Parma che, a causa della pandemia, sarà capitale italiana anche per il 2021

Procida
(@Getty Images)

Procida sarà capitale italiana della cultura nel 2022. È stata eletta oggi dopo aver sbaragliato la concorrenza di 10 finaliste: Ancona, Bari, Cerveteri (Roma), L’Aquila, Pieve di Soligo (Treviso), Taranto, Trapani, Verbania, Volterra (Pisa). Procida prenderà dunque il testimone da Parma – già capitale italiana della cultura nel 2020 – che prolungherà di un anno il titolo a causa della pandemia.

LEGGI ANCHE > > > Conte alla Camera: “Grande responsabilità della maggioranza nell’epidemia”

Dario Franceschini ha annunciato la nuova capitale italiana della cultura lanciando un messaggio di speranza: “Viva Procida che ci accompagnerà nell’anno della ripartenza. Oggi è un segnale per guardare al futuro”. Il Ministro dei Beni Culturali ha poi continuato: “Stiamo cercando di sostenere in ogni modo le attività culturali e turistiche e la designazione di oggi della capitale italiana della cultura per il 2022 è un segnale per il futuro”.

Procida sarà la capitale italiana della cultura 2022: le parole del sindaco

Procida
(@Instagram)

Procida oggi si sveglia e festeggia la propria cultura e bellezza. Il sindaco Raimondo Ambrosino ha commentato, con tanto entusiasmo: “Siamo onorati e facciamo i complimenti a tutte le altre città di cui abbiamo visto i dossier e abbiamo studiato le proposte culturali. Vi ringraziamo per questa enorme opportunità storica per una piccola isola che senz’altro coglieremo lavorando sodo per rendere orgogliosa l’Italia per questa scelta”.

Grazie MiBACT!
Siamo già al lavoro, ogni minuto è importante!
#Procida2022 #LaCulturaNonIsola

Pubblicato da Procida 2022 – Capitale Italiana della Cultura su Lunedì 18 gennaio 2021

È “La cultura non isola” il titolo che fa da cornice alla proposta culturale del Comune che ha messo in mostra tutte le bellezze del proprio territorio. La giuria ha scelto Procida, tra le altre cose, perché “potrebbe determinare un’autentica discontinuità nel territorio e rappresentare un modello per i processi sostenibili di sviluppo a base culturale delle realtà isolane e costiere del paese”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui